lunedì, 30 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Energia pulita dagli ospedali

Energia pulita dagli ospedali

Progetto pilota della toscana sull'energia pulita

-

Tutto ciò sarà possibile grazie a interventi di isolamento termico e agli oltre 31.000 metri quadrati di pannelli solari installati sui tetti degli ospedali, nei parcheggi di servizio e nelle sedi di sei aziende ospedaliere. Succede nell’area vasta nord ovest, della Toscana cioè lungo la costa, grazie al piano che prevede di contenere i consumi energetici e produrre elettricità.

«E’ la naturale prosecuzione – afferma l’assessore regionale al diritto alla salute, Enrico Rossi – del programma di razionalizzazione e risparmio che sta alla base della costituzione dei Consorzi di area vasta. Nei primi due anni ci ha permesso di risparmiare 72 milioni di euro. E’ anche in questo modo che siamo finora riusciti a mantenere in pareggio il sistema sanitario toscano, senza gravare sulle tasche dei cittadini. La sanità toscana ottimizza e risparmia, mentre il Governo ci taglia i fondi. Noi preferiamo tagliare i consumi e questo studio di fattibilità lo dimostra piuttosto efficacemente. Chiederò anche agli altri due consorzi regionali di area vasta di fare altrettanto».

Il progetto, presentato questa mattina a Pisa, prevede interventi sulle strutture dell’Estav (il Consorzio di area vasta), delle Asl 1 di Massa Carrara, della 2 di Lucca, della 5 di Pisa, della 6 di Livorno, della 12 della Versilia, dell’Azienda ospedaliero universitaria pisana, oltre che sulla Rsa di Campiglia marittima, sul distretto di Donoratico e sull’ospedale di Cecina.

«E’ il settore pubblico – aggiunge l’assessore regionale all’energia, Anna Rita Bramerini – che dà il buon esempio, con positivi riflessi sul risparmio di anidride carbonica in atmosfera, stimato in oltre 2.300 tonnellate l’anno, e anche sui costi della bolletta energetica che sarà notevolmente più leggera».

Il progetto prevede due modalità di intervento: l’installazione di pannelli fotovoltaici e lavori di isolamento termico degli edifici.
«Oltre ad installare i pannelli – spiega il direttore generale dell’Estav nord ovest, Mauro Pallini – metteremo il cappotto (si chiama proprio così) ai nostri ospedali, in modo da ridurre la dispersione di calore d’inverno e di aria fresca d’estate. La prima tappa sarà l’accensione di un mutuo ventennale presso l’istituto di credito che si aggiudicherà la gara. Contiamo di assegnare i lavori entro la metà del prossimo anno, così da cominciare a produrre energia fin dal dicembre del 2009: faremo a tutti un bel regalo di Natale».

Il piano finanziario prevede complessivamente il pagamento di 1,5 milioni di euro l’anno per le rate del mutuo, entrate per 1,8 milioni di euro grazie agli incentivi previsti dal conto energia, ed un risparmio di altri 450.000 euro sulle bollette energetiche delle Aziende.

Notizia precedenteScoprire Firenze in bici
Notizia successivaArriva lo yoga della risata

Ultime notizie

Dove vedere Milan Fiorentina in tv: Sky o Dazn?

Milan Fiorentina si terrà domenica 29 novembre alle 15.00, allo Stadio Meazza: ma dove vederla in tv, su Sky o Dazn?

“Tanti piccoli fuochi” di Celeste Ng, la recensine

Una scrittura magnificamente scorrevole, paragonabile alla nostra Elena Ferrante, che racconta la mentalità benpensate americana.

Quanti contagiati oggi in Italia: meno casi, scendono le terapie intensive

I dati del 28 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?