lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaErano ''pendolari della rapina'', arrestati...

Erano ”pendolari della rapina”, arrestati due napoletani

Nel 2010 avevano messo a segno tre rapine per un totale di quasi ventitremila euro. Non venivano mai riconosciuti perché facevo i pendolari tra Napoli e le città da rapinare tutte le volte che c'era da mettere a segno un colpo.

-

 

I carabinieri di Borgo San Lorenzo hanno arrestato due rapinatori che avevano deurbato tre banche nel 2010.

LE RAPINE. Due rapinatori di Giugliano in Campania (Napoli),  un venticinquenne e un trentenne, nel 2010 avevano messo a segno ben tre rapine ai danni di altrettante agenzie della Banca di Credito Cooperativo del Mugello di Scarperia, Vaglia e Borgo San Lorenzo. La dinamica delle rapine era sempre al stessa: i due entravano nella banca coperti con occhiali Ray Ban e cappellino e poi minacciavano i presenti con un taglierino. Le tre rapine fruttarono quindicimila euro la prima, solo poco più di duecento euro la seconda e oltre settemilacinquecento euro la terza.

RAPINATORI PENDOLARI. I due però erano sicuri di non essere riconosciuti, poiché da bravi “pendolari”, la mattina che avevano deciso di mettere a segno la rapina, partivano in macchina da Napoli e uscivano al casello di Barberino una mezzora prima di mettere a segno il colpo prefissato.

LA CATTURA. Ieri la cattura: i carabinieri di Borgo San Lorenzo hanno potuto inchiodarli confrontando i fotogrammi dei sistemi di videosorveglianza e le loro foto segnaletiche. Ad entrambi è stato notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, dove per altro già si trovavano, nel carcere di Avellino e di Poggio Reale a Napoli.

Ultime notizie