Il provvedimento riguarda 758 nuclei familiari di cui 444 beneficiari di assegnazione provvisoria e 314 di requisizioni, effettuate in base all’articolo 17 della Legge Regionale 96/96 (riserve di alloggi per l’emergenza abitativa) che prevede di riservare una quota non superiore al 40% degli alloggi da assegnare a soggetti in possesso di determinati requisiti.

Nell’atto viene inoltre evidenziato che l’aspetto reddituale di riferimento per il mantenimento dell’alloggio Erp è stabilito a seguito della delibera LODE numero 1 del 2007. I singoli procedimenti di accertamento dei requisiti richiesti per la regolarizzazione potranno essere avviati su istanza di parte oppure su richiesta degli uffici della direzione patrimonio del Comune di Firenze.

“La nostra precisa volontà – ha spiegato l’assessore Coggiola – è quella di regolarizzare una situazione pregressa che dura ormai da oltre dieci anni. In questo modo, gli assegnatari avranno maggiori garanzie, oltre al fatto che potranno chiedere la mobilità di alloggi, qualora vi sia la disponbilità, nel caso di mutamenti del nucleo familiare. Resta inteso che ai fini della regolarizzazione verranno verificati anche i requisiti reddituali per l’accesso agli alloggi Erp. Non abbiamo ritenuto di dover procedere a un bando, ma di esaminare le varie situazioni prodotte dagli assegnatari”.

La data del 18 novembre infatti deriva dal fatto che nel mese di settembre si procederà al nuovo bando Erp e che quindi gli uffici della direzione patrimonio saranno impegnati per raccogliere le domande e per la redazione della relativa graduatoria. Una volta esauriti questi adempimenti gli uffici potranno quindi occuparsi delle regolarizzazioni.