Marito e moglie, 32 e 25 anni, lui albanese, lei rumena, sono stati arrestati dopo una serie di indagini e accertamenti

La loro vittima, tenuta sequestrata a lungo e bersaglio delle violenze di lui, domenica scorsa si è fatta coraggio ed ha denunciato la sua situazione ai vigili urbani di Firenze.

La polizia è intervenuta, ha perquisito l’appartamento della coppia di sfruttatori e lì ha trovato altri passaporti di altre ragazze, tenute in questo modo in ostaggio.

In questo modo, il racket di quell’area sembra esser stato in qualche modo decapitato.

Ora per entrambi c’è un’accusa  di istigazione e sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento della permanenza in Italia di immigrati clandestini e lesioni personali.