sabato, 24 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Fa il bagno in mare...

Fa il bagno in mare e muore: si indaga per scoprire le cause

L'uomo, protagonista della tragica vicenda, è stata visto nuotare in mare. Il corpo è stato poi ritrovato da due donne che passeggiavano lungo la riva. I carabinieri stanno indagando per capire se l'uomo è affogato o se ha avuto un malore.

-

Si è tuffato in mare per un bagno ed è morto.

LA MORTE. È successo ieri a Marina di Carrara: un uomo di quarantasette anni, romeno, operaio e residente a Spezia è stato trovato morto in mare. Non è ancora chiara la dinamica dei fatti: si cerca di capire se l’uomo sia morto annegato oppure se abbia avuto un malore mentre era in acqua e stava facendo il bagno. Secondo alcune testimonianze raccolte dai carabinieri, il quasi cinquantenne sarebbe stato visto nuotare in mare.

L’ALLARME. Le prime a vedere il corpo e quindi a dare l’allarme sono state due donne che stavano passeggiando lungo la riva. Sulla spiaggia, non lontano da dove è stata recuperata la salma, sono stati trovati anche un asciugamano, uno zaino e altri effetti personali dell’uomo. La salma adesso è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Carrara in attesa delle decisioni della procura.

Ultime notizie

Fiorentina a caccia della vittoria. Al Franchi arriva l’Udinese

L'anteprima di Fiorentina - Udinese in programma al Franchi domenica 25 ottobre alle 18: le probabili formazioni

L’Insolita Trattoria Tre Soldi di Firenze: quando il piatto trae in inganno

In via d'Annunzio nasce una trattoria 'insolita' di nome e di fatto: qui i piatti non hanno niente di canonico o ordinario e sono una continua sorpresa per gli occhi e per il palato.

Vaccino antinfluenzale 2020 in Toscana: quando, dove e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Ludopatia: il Covid non ferma il gioco d’azzardo patologico

Aumentano i giocatori d’azzardo patologici e si temono gli effetti della crisi Covid. Una cura c’è, ma bisogna agire subito