giovedì, 13 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaFiamme nel letto d’ospedale, vittima...

Fiamme nel letto d’ospedale, vittima una disabile

Restano gravi, ma stabili le condizioni della donna rimasta ustionata nella notte tra sabato e domenica all’ospedale San Donato di Arezzo. Ancora da chiarire la dinamica della vicenda. Oggi la donna sarà trasferita al Centro Grandi Ustioni di Pisa

-

 

Restano gravi, ma stabili le condizioni della donna rimasta ustionata nella notte tra sabato e domenica all’ospedale San Donato di Arezzo. Ancora da chiarire la dinamica della vicenda. Oggi la donna sarà trasferita al Centro Grandi Ustioni di Pisa.

FIAMME. Vittima dell’incidente una 45enne straniera, disabile, che era ricoverata nel reparto di medicina generale. Le fiamme si sono sviluppate attorno alle 1.30 di notte, nel letto di degenza. Il soccorso è stato immediato ma non è bastato: la donna è attualmente in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell’ospedale aretino, con ustioni di secondo e terzo grado al volto e al collo.

EMERGENZA. “Era una paziente conosciuta a seguito di precedenti ricoveri, ultimo dei quali circa venti giorni prima.  Nel momento in cui è successo l’incidente- dichiara oggi il direttore generale dell’Asl di Arezzo Enrico Desideri – non vi erano particolari motivi di preoccupazione nella gestione del reparto. La presenza del personale era organizzata come di consueto, con due infermieri e due operatori socio sanitari che sono immediatamente intervenuti quando è scattato l’allarme, assieme ad altri specialisti ospedalieri (otorino, anestesista)”.

SCARAMUCCIA. “La Regione farà tutti gli accertamenti per chiarire la dinamica”, assicura oggi l’assessore alla salute Daniela Scaramuccia, annunciando che il direttore del Centro Gestione Rischio Clinico e Sicurezza del Paziente, il professor Riccardo Tartaglia, si è già recato al San Donato per incontrare gli operatori della Asl 8. L’Azienda ospedaliera sta valutando l’ipotesi di offrire assistenza psicologica non solo alla vittima dell’incidente, ma anche ai pazienti che hanno visto la scena, altamente traumatizzante.

Ultime notizie