martedì, 2 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Finta impiegata comunale estorce 20mila...

Finta impiegata comunale estorce 20mila euro a pensionata

Si è finta un'impiegata comunale e ha ingannato una 95enne promettendole una pensione più alta. E con la scusa si è fatta aprire la cassaforte, portandole via 20mila euro. L'identikit della truffatrice.

-

Si è finta un’impiegata comunale e ha ingannato una 95enne promettendole una pensione più alta. E con la scusa di un censimento comunale si è fatta aprire la cassaforte, portandole via 20mila euro. L’episodio è successo a Cecina, in provincia di Livorno.

IDENTIKIT. La donna, 40 anni, robusta, alta non più di un metro e 65, capelli scuri, si è finta impiegata comunale con il compito di controllare la pensione perché c’era la possibilità di fare aumentare la somma da riscuotere.

BOTTINO. Dopo la pensione, la falsa impiegata ha chiesto di poter vedere i gioielli per un censimento comunale e ha convinto così l’anziana signora ad aprirle la cassaforte. Ventimila euro circa il bottino, tra preziosi e contanti sottratti.

Ultime notizie

Anticorpi monoclonali: cosa sono, a che punto siamo in Italia (e in Toscana)

Da Siena arriva una promettente terapia per battere il Covid: gli anticorpi monoclonali: cosa sono, come funzionano e quando saranno disponibili in Italia. L'intervista a uno dei ricercatori che ha individuato un potente anticorpo monoclonale

Zona arancione rafforzata: significato e regole della fascia “arancio scuro”

Si allarga nuova fascia di rischio: ecco dove è in vigore, il significato di "zona arancione rafforzata" o "zona arancione scuro", cos'è e le regole su cosa si può fare

Quando esce il nuovo Dpcm Draghi e quando entra in vigore il decreto

Stop alle riaperture e regole anche per Pasqua: quando esce il nuovo Dpcm del governo Draghi, quando entra in vigore e quando scade

Covid Toscana: casi tornano sotto quota mille ma sale la percentuale di positivi al test

I dati del bollettino Covid della Toscana del 1 marzo: casi di coronavirus tornano sotto quota mille, alta percentuale dei positivi al test