a conti fatti

Realizzato il 95% del programma, l’83,27% completamente, l’11,95% in dirittura d’arrivo. È quanto emerge dal bilancio di fine mandato “Firenze a conti fatti” presentato in Sala d’Arme a Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella.

È il primo esempio a livello nazionale di rendiconto di mandato redatto da un soggetto terzo, la società Depp, che si occupa di progetti open government e trasparenza per le PA. Obiettivo: fornire dati chiari e trasparenti ai cittadini sull’operato dell’amministrazione. Il bilancio sarà illustrato lunedì in Consiglio comunale; partirà inoltre una campagna di comunicazione istituzionale.

Il bilancio di mandato

Sono 11 i capitoli del rapporto, indirizzi strategici che rispecchiano quelli indicati dal programma di mandato 2014 e che includono i temi più svariati, dai giovani alla mobilità, dal sociale alla digitalizzazione. Al suo interno 251 azioni, di cui 209 realizzate, 30 in corso di realizzazione e 12 da realizzare.

Semaforo verde, ad esempio, per la riorganizzazione complessiva dei nidi a gestione diretta, la realizzazione delle linee tramviarie due e tre, l’approvazione del regolamento urbanistico. Giallo per i 250 nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica, in corso di realizzazione. Tra i dischi rossi – pochi – la pedonalizzazione di viale Paoli, ancora da realizzare.

Risultati importanti per quanto riguarda innovazione e digitalizzazione, con Firenze al primo posto nella classifica nazionale IcityRate2018 sulle città intelligenti. Capitolo conclusivo dedicato alla fiscalità locale: nel corso del mandato non sono mai state aumentate le aliquote Imu, Cosap, Pubblicità, l’addizionale Irpef e le tariffe di scuole, asili e mensa mentre la Tari è variata una sola volta nel 2016. Per le informazioni dettagliate su tutte le azioni e i numeri del bilancio di fine mandato c’è il sito www.firenzeacontifatti.it.

Nardella: “Firenze in questi 5 anni è molto cambiata”

“La legge italiana impone a tutte le amministrazioni locali di fare un rendiconto di ciò che è stato fatto nel mandato – ha spiegato il sindaco Nardella durante la presentazione -. Noi abbiamo anche deciso di comunicarlo in maniera diretta e trasparente a tutti i cittadini e per farlo ci siamo avvalsi di un soggetto terzo che ha certificato la corrispondenza di quello che abbiamo fatto rispetto a quello che abbiamo promesso”.

Nardella ha poi ringraziato la giunta, i dirigenti e i dipendenti del Comune perché è anche grazie a loro che “Firenze in questi cinque anni è molto cambiata: ha meno traffico grazie allo sviluppo del sistema tramviario, è più pulita, ha più sicurezza grazie alle telecamere di videosorveglianza e soprattutto è cambiata dal punto di vista della riqualificazione delle piazze e delle periferie”.