giovedì, 18 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaFirenze, stop nell'area Unesco agli...

Firenze, stop nell’area Unesco agli affitti turistici brevi

Il Comune di Firenze ha intrapreso l'iter per bloccare le nuove attività di locazione turistica per periodi brevi nell'area Unesco

-

- Pubblicità -

Le nuove attività per affitti turistici brevi all’interno dell’area Unesco di Firenze hanno i giorni contati. O meglio, a breve potrebbero diventare impossibile dare vita a nuove attività nel centro storico fiorentino per soggiorni “mordi e fuggi”.

La giunta comunale fiorentina ha infatti appena approvato all’unanimità il primo atto formale che avvia la procedura urbanistica che bloccherebbe le nuove attività per affitti turistici brevi, tipo – per intendersi – affittacamere e airbnb.

- Pubblicità -

Affitti turistici brevi a Firenze, via dall’area Unesco.
Il sindaco: “Il fenomeno stava trasfigurando i centri storici”

“Il fenomeno degli affitti turistici brevi – ha detto il sindaco Dario Nardella – sta trasfigurando i centri storici delle nostre città, è una delle cause dell’esplosione del costo degli affitti e degli immobili nelle grandi città e limita la residenzialità di famiglie, giovani, studenti e lavoratori. È un allarme sociale che va affrontato con tutti i mezzi possibili. Ribadiamo da parte nostra che abbiamo intenzione di azzerare l’Imu seconda casa a chi sceglie di destinare l’abitazione ad affitti a medio-lungo termine”.

La proposta approvata dalla giunta fiorentina consiste nella modifica degli articoli relativi alla “classificazione degli usi” e all’”ambito del centro storico” ed in particolare prevede che all’interno dell’uso residenziale venga distinto l’uso per residenza temporanea (che comprende le locazioni turistiche brevi e le strutture ricettive extra-alberghiere) e che nell’ambito del nucleo storico Unesco sia vietato l’insediamento dell’uso per residenza temporanea.

- Pubblicità -

Affittacamere, stop ai nuovi, via libera ai vecchi

La norma, già seguita col blocco di nuovi alberghi e ristoranti, non sarà retroattiva e non interesserà dunque chi ha già un’attività in essere, quindi chi ha già un appartamento affittato ad uso turistico potrà continuare a svolgere normalmente la sua attività.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -