Una lite legata a un’assenza ingiustificata. Questo il motivo che avrebbe spinto un 47enne aretino ad accoltellare alla schiena il figlio del titolare.

IL LITIGIO. E’ successo questa mattina intorno alle 9 in un’azienda di San Zeno, alle porte di Arezzo, specializzata nella realizzazione di componenti elettronici. La vittima dell’aggressione, 36 anni, è adesso ricoverata in ospedale ma non sarebbe in pericolo di vita. Il responsabile del gesto è stato invece bloccato dalla polizia dopo una violenta colluttazione ed è stato portato in Questura per l’interrogatorio.

LE ACCUSE. L’uomo, che avrebbe portato il coltello da casa, aveva in tasca anche un rasoio. Tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale i reati che gli vengono contestati.