venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGelo, ancora molte le criticità....

Gelo, ancora molte le criticità. Prolungata l’allerta ghiaccio

La neve ed il ghiaccio dei giorni scorsi hanno provocato molti disagi in gran parte della Toscana. A Firenzuola restano isolate alcune località. Mentre a Marradi sono state le raggiunte le abitazioni bloccate dalla neve. Ancora molte le strade chiuse al traffico. Allerta prolungata alle 13 di domani. Ecco la situazione provincia per provincia.

-

Si lavora a Firenzuola per raggiungere le località ancora isolate. Ad Albagina la strada è troppo stretta per la turbina. L’allerta ghiaccio è stata prolungata alle 12 di giovedì 16 febbraio, su tutto il territorio provinciale. A partire dalla mattina di domani possibili deboli nevicate a tutte le quote su tutto il territorio, soprattutto nel Valdarno, Chianti e Senese, tendenti ad esaurirsi nel tardo pomeriggio-sera. Ecco la situazione provincia per provincia.

Arezzo. Non si registrano attualmente nevicate ma restano le criticità legate alle forti riduzioni di carreggiata a causa cumuli di neve ai lati che raggiungono i tre metri di altezza. Riaperta la SGC E45, mentre resta chiusa dal km 9 al 17 la SR 258 Marecchiese, con transito consentito nella restante parte con catene montate o pneumatici da neve. La SR 71 Passo dei Mandrioli è aperto fino al passo (con catene montate o pneumatici da neve), chiuso invece sul versante della provincia Forlì-Cesena. Aperti tutti gli altri passi (con catene e gomme da neve) e transitabili tutte le strade provinciali. Le criticità maggiori riguardano le strade vicinali e poderali di accesso di alcune case sparse nel Comune di Badia Tedalda e di Sestino (stanno intervenendo i mezzi del Centro Intercomunale della Valtiberina e del Comune).

Pisa. La situazione è in netto miglioramento su tutto il territorio provinciale. Prosegue il servizio di approvvigionamento tramite autobotti a Monteverdi Marittimo e a Chianni.

Pistoia. A causa del congelamento delle tubazioni, in alcune zone della Montagna Pistoiese continua la fornitura di acqua attraverso autobotti, attivate direttamente dai gestori.

Prato. Permangono le condizioni di presenza di ghiaccio in parte del territorio provinciale nelle zone collinari e sui rilievi. E’ in via di soluzione il problema inerente alla mancanza di acqua nelle località di Cavarzano e Migliana, mentre si continua a rifornire con autobotti Spazzavento nel Comune di Carmignano.

Grosseto. Difficoltà nella circolazione per presenza di ghiaccio e neve con criticità sulla S.P. 25 Pitigliano-Farnese, sulla S.P. 22 Sovana, sulla S.P. 34 Selvena, sulla S.R. 74 Maremmana nel tratto Pitigliano-Casone e sulla S.P 97 San Valentino. A Castell’Azzara e nelle Colline metallifere proseguono le operazioni di sgombero della neve dai centri abitati. Nel Comune di Sorano vengono segnalate 10 famiglie ancora isolate nelle campagne, e si stanno aprendo varchi sulle strade che conducono alle abitazioni. Ancora da completare la pulizia delle strade comunali, nell’intervento sono impegnati volontari e una decina di militari del Savoia Cavalleria. Ripristinata anche la fornitura di acqua potabile nella frazione di Castell’Ottieri.

Firenze. Il transito sui passi appenninici è possibile con dispositivi invernali montati. A Firenzuola si sta lavorando per raggiungere le località ancora isolate. La strada per la frazione di Albagino risulta essere troppo stretta per il transito della turbina. Si sta cercando di arrivarci da Castiglion dei Pepoli (BO). La frazione di Bruscoli invece risulta raggiungibile. A Marradi sono stati raggiunti e riforniti di viveri i poderi isolati. nel centro abitato si sono formate stalattiti di ghiaccio dalle grondaie che si sta cercando di rimuovere. In mattinata è stata riaperta la SP74 fino al confine provinciale fiorentino. Il peggio è comunque passato ma l’emergenza non è ancora finita. Adesso si è alle prese con le infiltrazioni d’acqua dai tetti causate dalle abbondanti e copiose nevicate. Interventi anche per rimuovere da edifici pubblici e privati le stalattiti di ghiaccio che possono rappresentare un potenziale pericolo. Criticità e difficoltà permangono su strade vicinali e poderali dove non si riesce a operare con i mezzi meccanici. Numerose e continue le richieste d’intervento che giungono al Centro polivalente della protezione civile di Marradi, presidiato dal sindaco Paolo Basseti, da operatori comunali, addetti e volontari di Protezione civile e Vigili del fuoco. Tra le priorità, resta ancora da effettuare un intervento per liberare una strada e raggiungere una famiglia isolata. Altri interventi minori saranno effettuati in seguito. In azione fino a domani le turbine spazzaneve. E si sta operando costantemente per mantenere percorribile e transitabile la viabilità, con mezzi spalaneve e spargisale. Ma l’allerta ghiaccio resta alta: questa notte alle 4 è stata registrata la temperatura record di -20 gradi, stamattina in località Sant’Adriano -15 e a Palazzuolo -17. Si transita solo catene montate o pneumatici da neve, si raccomanda massima cautela e prudenza alla guida.

Siena. Le criticità ancora presenti riguardano la viabilità. Alcune strade provinciali del sud della provincia di siena sono ancora transitabili solo con gomme termiche o catene, e nelle strade riaperte la larghezza della carreggiata è spesso ridotta ad una corsia o poco più. Rimangono situazioni di disagio nei centri abitati di San Casciano Bagni, Cetona, Sarteano, San Quirico, Radicofani, Abbadia San Salvatore, Pienza, Montepulciano. Numerose case sparse nel territorio aperto di questi comuni sono raggiungibili con difficoltà a causa di neve alta anche portata dal vento, che talora ha creato veri e propri muri di neve e ghiaccio.

Nelle province di Livorno, Lucca e Massa Carrara non sono state segnalate alla sala operativa particolari criticità.

Ultime notizie