mercoledì, 26 Gennaio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaA Firenze il 'giocattolo sospeso':...

A Firenze il ‘giocattolo sospeso’: un regalo di Natale ai bambini in difficoltà

Il Comune, grazie al lavoro dell'azienda Dreoni giocattoli, lancia la campagna di adesione. L'idea è presa in prestito dal 'caffè sospeso' di Napoli

-

Un ‘giocattolo sospeso’ per i bambini di famiglie fragili e in difficoltà economica. L’idea è stata lanciata a Firenze grazie al Comune e all’azienda Dreoni giocattoli per le prossime feste natalizie. L’iniziativa è semplice: i commercianti che sceglieranno di partecipare all’iniziativa potranno esibire all’esterno un logo di riconoscimento: in questi negozi chiunque potrà donare un regalo e lasciarlo ‘sospeso’. Verrà poi ritirato e consegnato ai destinatari attraverso associazioni di volontariato coordinate dal Comune.

Come funziona “il giocattolo sospeso” a Firenze

L’idea si ispira al ‘caffè sospeso’ di Napoli: il barista che riceve l’ordine incassa l’importo per due (o più) caffè, ne serve uno al cliente e annota il resto come offerta per i bisognosi. Chi non può permettersi un caffè ha così la possibilità di entrare in un bar, chiedere se c’è un ‘caffè sospeso’ e riceverlo gratuitamente. Il ‘giocattolo sospeso’ funzionerà con lo stesso principio. Sul sito del Comune si trovano tutte le informazioni per iscriversi al progetto. Per aderire al progetto, gli esercenti possono compilare il form scaricabile cliccando su https://www.comune.fi.it/giocattolosospeso e inviarlo poi all’indirizzo di posta elettronica [email protected].

Donare sorrisi ai bimbi bisognosi

In un momento del genere – dove siamo ancora sospesi tra il Covid e il ritorno alla normalità – l’idea del giocattolo ‘sospeso’ può davvero essere decisiva. Come dichiarato dall’assessore al welfare di Palazzo Vecchio Sara Funaro il ‘giocattolo sospeso’ donerà un sorriso ai bambini delle famiglie fiorentine in difficoltà, che a causa della pandemia sono purtroppo aumentate. L’iniziativa vuole essere anche un sostegno alle attività commerciali. L’assessore al commercio Federico Gianassi ha ribadito che si tratta di un progetto a cui l’amministrazione tiene molto perché può portare nel periodo natalizio gioia a tanti bambini che hanno meno possibilità.

Ultime notizie