mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGiornata mondiale dell'Aids: le iniziative

Giornata mondiale dell’Aids: le iniziative

Il 1° dicembre si celebra la giornata mondiale contro l’Aids, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. In Italia 180mila sieropositivi. Ecco le iniziative di casa nostra.

-

Come ogni anno, il 1° dicembre si celebra la giornata mondiale contro l’Aids, promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

LA MALATTIA. A ormai trenta anni dalla comparsa della malattia, si è passati da un enorme clamore che ha alimentato anche paure collettive, all’attuale sottovalutazione di una malattia che pure è ancora presente. Infatti, anche se oggi grazie alla disponibilità di farmaci efficaci la mortalità per Aids si è enormemente ridotta e le persone infette possono, sottoponendosi alle cure necessarie, avere una buona qualità di vita, continuano a verificarsi nuovi contagi. In Italia si stimano attualmente in oltre 180mila le persone sieropositive, delle quali oltre 22mila con Aids conclamata. Eppure è ormai ampiamente noto che l’infezione da virus Hiv può essere facilmente prevenuta mediante l’adozione di corretti comportamenti, in particolare per quanto riguarda i rapporti sessuali, che sono oggi la principale modalità con cui avviene il contagio: il preservativo resta lo strumento più semplice ed efficace per impedire la trasmissione del virus. Importante anche la diagnosi precoce dei soggetti infetti, che permette di sottoporsi tempestivamente alle cure, ed evita di contagiare inconsapevolmente altre persone. Infatti, l’infezione da Hiv resta a lungo completamente asintomatica, ma già nelle fasi iniziali può essere trasmessa ad altri soprattutto mediante rapporti sessuali non protetti.

ASL 10. A Firenze il 1° dicembre è in programma l’iniziativa “Aids: a che punto siamo? L’impegno dei servizi e delle associazioni”. Dalle 9 alle 13, al Centro Il Fuligno, in via Faenza 48, si terranno una serie di incontri e dibattiti sul tema, alla presenza, tra gli altri, dell’assessore al Welfare di Palazzo Vecchio Stefania Saccardi, del direttore generale dell’Azienda sanitaria di Firenze Luigi Marroni e di molti medici.

ASL 11. Per quanto riguarda la Asl 11 di Empoli, la diagnosi precoce può essere effettuata presso tutti i centri prelievi della Asl con richiesta del proprio medico, oppure anche in modo completamente anonimo presso l’unità operativa  igiene e sanità pubblica dell’Asl 11, in via dei Cappuccini 79 a Empoli (piano terra stanza 25) ogni mercoledì dalle 12 alle 13.30 e dalle 17 alle 18. Qui è anche possibile avere informazioni sull’infezione e sulle modalità di prevenzione. Si possono anche concordare altri orari, telefonando ai numeri 0571.704823 – 704805 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14. Il servizio è completamente gratuito e viene assicurata la necessaria privacy.

INIZIATIVE. L’Asl 11 garantisce anche un adeguato percorso diagnostico e terapeutico ai soggetti sieropositivi e malati di AIDS, mediante apposita convenzione con l’unità operativa malattie infettive dell’Asl 10 di Firenze: attualmente sono seguiti a livello ambulatoriale circa 90 pazienti. Inoltre, l’Asl 11 ha in corso ulteriori iniziative di prevenzione, in particolare nelle scuole medie del territorio, finalizzate ad approfondire con gli studenti le conoscenze in merito all’Aids e alle altre malattie a trasmissione sessuale: per l’anno scolastico in corso sono stati programmati incontri che coinvolgeranno circa 1200 studenti.

Ultime notizie