mercoledì, 27 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Giovani imprenditori a Barcellona

Giovani imprenditori a Barcellona

Obiettivo centrato per l’Innovation Tour a Barcellona dei giovani imprenditori della Cna Toscana: incontri operativi che hanno consentito lo scambio di conoscenze sui rispettivi sistemi paese. E la conferma di una certezza: in Italia è proprio difficile fare impresa.

-

La delegazione, guidata da Andrea Zavanella, Presidente dei Giovani Imprenditori della Cna Toscana, era composta da imprenditori rappresentativi delle province toscane e dei più vari settori: edilizia, sistema casa, meccanica, servizi, quali marketing, informatica, formazione, ICT. “Siamo soddisfatti per il successo di questa prima missione esplorativa –commenta Zavanella- il contatto con i referenti spagnoli delle istituzioni e delle imprese ci ha permesso di conoscere la loro realtà, di constatare quanto siano simili i nostri sistemi di impresa. Abbiamo verificato che il loro problema fondamentale è anche il nostro: la difficoltà della piccola impresa ad aggredire ed inserirsi in nuovi mercati. Esistono da tempo le reti, i collegamenti fra le istituzioni e le associazioni di impresa, ma il contatto diretto è un’altra cosa: con questa missione abbiamo dato concretezza alla rete. Il nostro obiettivo primario è stato conquistato: rendere operativo, concreto questo incontro”.

Questa prima visita, insomma, ha facilitato il contatto attraverso la conoscenza diretta e ha consentito un interessante scambio di informazioni sui rispettivi sistemi paese e di fare impresa. “Il risultato forse era scontato –dichiara il Presidente Cna Giovani Imprenditori Toscana- in Spagna è molto più facile avviare una attività imprenditoriale, gli adempimenti sono più veloci e semplici”. I Giovani Imprenditori della Cna Toscana a Barcellona hanno incontrato: Jordi Estera, direttore Internazionale Business School ESEI; Luis Blancafort, direttore PIMEC (l’associazione delle pmi catalane); Jesus Ruiz, funzionario Aijec (associazione giovani imprenditori Catalogna); hanno inoltre avuto l’adesione della Camera di commercio spagnola per i prossimi incontri di ‘business matching’. Al centro dei vari contatti durante l’Innovation Tour il confronto fra i sistemi di associazionismo e una panoramica dei settori economici prevalenti in Catalogna e Toscana.

“Ci siamo impegnati – racconta il presidente Zavanella – a continuare le relazioni, effettuare uno studio sui settori economicamente più rilevanti al fine di iniziare una collaborazione commerciale fra le imprese. Verrà quindi organizzato un secondo incontro, questa volta in Toscana, supportato dalle schede delle singole imprese partecipanti; inoltre una analisi dei mercati verrà effettuata dagli studenti dell’ESEI con il supporto della Camera di commercio spagnola e, confidiamo, la collaborazione di Toscana Promozione. Cna Toscana infatti presenterà a Toscana Promozione, che ha dato il proprio patrocinio a questa iniziativa, tale richiesta sul piano promozionale 2009”. “Abbiamo anche visitato – continua Zavanella – Barcelona Activa, l’agenzia di sviluppo della provincia di Barcellona, ed è stata particolarmente interessante la presentazione dei servizi per lo start-up di impresa, cioè incubatore e parco tecnologico per insediamento imprese altamente innovativa e tecnologiche. Il bagaglio di innovazione di cui la Spagna si fa promotrice nel proprio territorio è interessante anche per la stessa Cna al fine di partecipare a progetti Ue per il trasferimento delle buone prassi,.

“L’Innovation Tour – conclude il presidente Cna Giovani Imprenditori Toscana – oltre ad un’occasione di incontro, scambio e accrescimento culturale tra giovani imprenditori, è il punto di partenza per la costruzione di una partnership europea a sostegno dell’innovazione e della competitività delle imprese. Questo è uno dei nostri progetti per il futuro”.

Ultime notizie

Uber Eats arriva a Scandicci, Sesto, Campi e Prato (non solo a Firenze)

Dopo il successo dell'app di food delivery a Firenze, i rider di Uber Eats entrano in servizio anche a Scandicci, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio e Prato. Dalla pizza al sushi, ecco da quando parte la consegna a domicilio

Smart working 2021, fino a quando nella pubblica amministrazione e per i privati

Per i privati continua il lavoro agile "semplificato", mentre si pensa a una proroga in extremis per la pubblica amministrazione a febbraio: ecco fino a quando dura lo smart working

Cashback 2021: importo minimo e rimborso massimo per ogni transazione

Le regole sull'importo minimo e massimo perché una transazione sia valida per il cashback 2021. E ci sono già i primi furbetti che "moltiplicano" le transazioni pur di ottenere più rimborsi

IED Firenze: open days 2021 per presentare i corsi

Corsi, consigli e modalità di iscrizione: l'open day dello IED, anche a Firenze, si fa online e dura una settimana per conoscere l'offerta formativa nel campo della moda, delle arti visive e del design