Si fanno sempre più serrati i controlli della polizia sulla vendita di alcolici da asporto nelle notti del centro città. Ieri sera volanti e poliziotti di quartiere hanno effettuato un servizio straordinario durante il quale sono state controllate ben 188 persone.

L’ORDINANZA. Come noto, il 24 giugno è entrata in vigore il provvedimento che vieta, all’interno del centro cittadino delimitato dai viali, la vendita per asporto di alcolici di qualunque gradazione e di bevande in bottiglie di vetro dalle ore 22.00 alle 06.00.

ATTENZIONE SUI MINI MARKET. In applicazione di tale ordinanza, sono continuati anche nella serata di ieri controlli specifici, che hanno portato alla denuncia del titolare del negozio mini market di via Palazzuolo, per aver venduto, alle ore 22.50, delle bottiglie di birra a tre giovani extracomunitari.

GLI ALTRI REATI RISCONTRATI. Ma i controlli rilevano anche altre violazioni. In piazza Santo Spirito, la volante ha fermato un 27enne tunisino trovato in possesso di 1.10 grammi di marijuana che è stato segnalato alla prefettura. Intorno alla mezzanotte è stato fermato presso il parcheggio dei giardini della “Montagnola” un 22enne di origini siciliane, a bordo di uno scooter, rubato pochi giorni prima ad un fiorentino in zona Scandicci; il giovane, già denunciato durante quest’anno per lo stesso reato, e con precedenti anche per stupefacenti, dovrà rispondere nuovamente del reato di ricettazione.

CLANDESTINI, AVVIATA LA PROCEDURA DI ESPULSIONE. Quindici stranieri irregolari sono stati denunciati per le violazioni degli obblighi sul soggiorno mentre un tunisino ed un algerino sono stati denunciati anche per resistenza a pubblico ufficiale. Nei confronti di tutti gli irregolari la Questura ha avviato le procedure di espulsione dal territorio nazionale. Durante la notte, è stato inoltre tratto in arresto un 36enne albanese, in quanto presente sul territorio nazionale nonostante pendesse nei suoi confronti il divieto di rientro in Italia a seguito di espulsione.

Notti senz’alcol, controlli a tappeto nelle strade della movida