sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaI bambini ''salvano'' l'ambiente in...

I bambini ”salvano” l’ambiente in classe. E con un’asta aiutano l’Emilia / FOTO

Un gokart, un girarrosto e un forno alimentati da energia solare: sono solo alcuni dei lavori realizzati durante l'anno dalla classe IV B della scuola elementare Perticale di Piombino, presentati nel corso del festival Quanto Basta. Il tutto sarà messo all'asta: il ricavato sarà devoluto a una scuola colpita dal terremoto.

-

Un gokart, un girarrosto, un forno scalda vivande, tutto rigorosamente elettrico ed alimentato da energia solare.

IL PROGETTO. In più una città salva suolo, immaginata per l’anno 2150 che sfrutta tecnologie avanzate per produrre energia, per trattare e riciclare i rifiuti, per illuminarsi e per riscaldarsi. E ancora seggiole rotte della scuola recuperate e foderate con l’intreccio di stracci. Sono questi gli oggetti che la classe IV B della Scuola Elementare Perticale di Piombino ha realizzato durante l’anno scolastico all’interno di un progetto di educazione ambientale presentato nel corso del festival Quanto Basta, in corso a Piombino. Un progetto nato dalla curiosità dei bambini, che vedendo montare pannelli solari sopra i tetti della propria scuola hanno iniziato a farsi domande.

DALLA TEORIA ALLA PRATICA. Domande alle quali la maestra Donata Costa non ha voluto dare semplici risposte teoriche. Sono così iniziate le attività di laboratorio per vedere in concreto ciò che è possibile ottenere con l’energia del sole. Dai laboratori sono nati i progetti, prima semplici bozzetti poi sempre più specifici. I bambini hanno così dimostrato come l’energia del sole possa essere utilizzata all’infinito. ASIU si è inserita in questo progetto affiancando all’infinito utilizzo di un energia pulita come quella solare, il riutilizzo di materia e materiali come strumento per risparmiare risorse. La maggior parte dei componenti di tutti gli oggetti, infatti, sono ottenuti con materiali ed oggetti di scarto, che se non riutilizzati sarebbero divenuti rifiuti.

L’ASTA. Tutti gli oggetti costruiti saranno messi all’asta domani alle 17 in piazza Gramsci. Il ricavato sarà interamente devoluto ad una scuola colpita dal recente terremoto in Emilia.

LE IMMAGINI:

{phocagallery view=category|categoryid=427|limitstart=0|limitcount=0}

Ultime notizie