Il servizio, organizzato dai 5 Consigli di Quartiere, rappresenta una importante risposta alle necessità delle famiglie durante il periodo di interruzione delle attività scolastiche, proponendo attività ed esperienze diverse e stimolanti. “Il servizio offre opportunità di svago e di crescita ai bambini ed i ragazzi ed un aiuto per i genitori per conciliare i tempi di vita e di lavoro – ha commentato l’assessore Cristina Bevilacqua – Le tariffe non sono aumentate e il Comune di Firenze continua ad avere per i centri estivi le tariffe più basse di tutta l’area metropolitana, un altissimo gradimento da parte degli utenti e soddisfa tutte le richieste di iscrizione al servizio”.

Anche quest’anno saranno coinvolte direttamente le famiglie nella valutazione della qualità del servizio attraverso la compilazione di un questionario e richiedendo la disponibilità dei genitori a partecipare ad un gruppo di lavoro durante l’inverno. Con il questionario, destinato sia ai genitori sia ai bambini e ai ragazzi frequentanti la scuola dell’obbligo, che ai più piccoli della scuola dell’infanzia, si potrà esprimere il proprio parere sul servizio segnalando eventuali problemi o disfunzioni e proponendo modifiche che saranno valutate nel corso della preparazione dei programmi per l’anno prossimo. I genitori del gruppo di lavoro verificheranno, con gli addetti al servizio che operano all’interno dei Consigli di Quartiere, la qualità del servizio centri estivi e faranno proposte operative per introdurre innovazioni per il 2009.

Nell’edizione di quest’anno i Quartieri offrono un nutrito programma di attività, articolato lungo due settimane, dal 16 al 27 giugno (escluso il 24 giugno per la festa patronale), e che si concluderà con una festa finale con le famiglie. Le iniziative per i bambini e i ragazzi sono tante. Tra le novità di questa edizione segnaliamo il percorso-gioco a Boboli e alle Ville Medicee, organizzato in collaborazione con il polo museale fiorentino. A Boboli i ragazzi del quartiere 3 seguendo una mappa e un testo scritto di tappa in tappa risponderanno a quesiti e enigmi imparando così a conoscere un giardino unico per bellezza naturale e artistica. Mentre alla Villa della Petraia i bambini del quartiere 5 attraverso giochi e indovinelli potranno conoscere la storia della famiglia Medici e esplorare le meraviglie del giardino. Le visite sono rivolte ai bambini dagli 8 ai 13 anni e prevedono approfondimenti con l’apporto di materiale didattico. Le attività ludiche e ricreative sono veramente per tutti i gusti e per tutte le età, e spaziano dai laboratori creativi ai laboratori di educazione stradale e di lingue, ai percorsi di formazione sul consumo consapevole, fino alle attività naturalistiche al Laboratorio ambientale di Villa Demidoff.

Tra le varie attività, i centri estivi del Quartiere 1 privilegiano i laboratori creativi utilizzando anche materiali riciclati e oltre alle attività sportive più tradizionali faranno sperimentare ai ragazzi anche la lotta greco-romana, in collaborazione con la società sportiva centenaria Unione Sportiva “Sempre Avanti Juventus”. Nel quartiere 2 molte sono le attività motorie: a “Villa Favard… caccia ai tesori della natura”, oppure “Come Indiana Jones… percorsi avventura a Vicchio (sugli alberi con ponti carrucole e liane)”, ma anche “Facciamo volare gli aquiloni a Maiano”, oppure una interessante passeggiata al parco del Ventaglio con “Scattiamo una foto con carta e matita”. Nel quartiere 3 le attività sportive spaziano dal corso di canoa e tiro con l’arco alla gita nel parco acquatico “Crocodile”, fino alle prove di golf all’Ugolino e nuoto alla piscina Costoli. Tanti giochi e divertimento sono assicurati con le iniziative dei centri estivi nel quartiere 4 con il grande gioco del mondo, giochi con l’acqua alla Costoli, visita alla Canottieri ma anche un laboratorio su “Costruiamo la bandiera della pace” e una caccia al tesoro. Nei centri estivi del quartiere 5 verranno organizzate attività teatrali con il “Teatro in scatola” e musicali con “Musica tra i banchi”, corsi nelle varie piscine presenti nei quartieri, una mini olimpiade al campo di atletica, un torneo di bowling, un percorso avventura a Vincigliata e giochi d’acqua a Villa Solaria.

Per i ragazzi più grandi è prevista l’opportunità di fare un soggiorno fuori città, nel quartiere 1 di 5 giorni, mentre sarà di 3 giorni per tutti gli altri quartieri. La località raggiunta quest’anno è Corte della Miniera, che per alcuni sarà la prima opportunità di fare una piccola vacanza senza la famiglia ma in compagnia di tanti coetanei. Le sedi dei centri estivi sono prevalentemente nelle scuole e per il primo turno sono le seguenti: Galliano-Rossini, Vittorio Veneto e giardino Nidiaci nel quartiere 1; Andrea del Sarto, Boccaccio e Giotto nel quartiere 2; Pertini e Nazario Sauro nel quartiere 3, De Filippo, Don Milani, Fattoria dei ragazzi e giardino I Giuncoli nel quartiere 4; Duca D’Aosta, Mameli, Don Minzoni e Matteotti nel quartiere 5.