venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaI condizionatori? Guasti sul 15%...

I condizionatori? Guasti sul 15% dei treni

Lo rivela la Regione Toscana, che in quindici giorni ha effettuato duecento controlli: ''Così non va bene''. ''Invito i cittadini a continuare a segnalarci le situazioni di disagio''.

-

Condizionatori guasti nel quindici per cento dei casi. E’ quanto emerge dai 200 controllieseguiti in quindici giorni dalla Regione per verificare il funzionamento degli impianti di climatizzazione nei treni regionali toscani.

SANZIONI. I condizionatori – viene ora spiegato – funzionavano nell’85% dei casi, “una percentuale troppo bassa in base agli standard di qualità fissati dal contratto tra la Regione e Trenitalia”. “Così non va bene – dice l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao – il nostro contratto impone una percentuale minima di funzionamento del 94%. Trenitalia deve garantire ai pendolari toscani un viaggio in condizioni dignitose e confortevoli, cosa impossibile senza condizionatori visto il grande caldo. Se l’andamento resterà questo scatteranno le sanzioni previste dal contratto perchè è inaccettabile che nel 15% dei casi l’aria condizionata non funzioni”. Le penali previste nei confronti di Trenitalia sono progressive: più alta sarà la percentuale dei disagi verificati, maggiore sarà la multa.

SEGNALAZIONI. “Invito i cittadini a continuare a segnalarci le situazioni di disagio – aggiunge l’assessore – chiamando il numero verde del trasporto pubblico 800-570 530 oppure scrivendo a [email protected]”. La campagna straordinaria degli ispettori regionali per il monitoraggio del funzionamento dei climatizzatori proseguirà per tutta l’estate sulle principali direttrici regionali, in aggiunta ai normali controlli su pulizia, puntualità, composizione dei treni e comunicazioni all’utenza.

La protesta. Pendolari, ”il nostro inferno quotidiano. E con ‘Caronte’ sarà ancora peggio”

Ultime notizie