I Pad aumentano la loro mole di lavoro, dunque. Un incremento dovuto in parte alle nuove competenze: i Pad, infatti, hanno acquisito funzioni che fino al 2007 svolgeva soltanto l’Ufficio centrale. Dal 2008 infatti tutta una serie di certificati che potevano essere reperiti solo presso l’Ufficio centrale o pervia ordinazione sono consegnabili “a vista”, si tratta di tutti i certificati anagrafici e degli attestati di soggiorno. Ma non solo. Oltre 6mila sono le proroghe delle carte d’identità possibili da luglio 2008 in seguito all’aumento del termine di validità delle stesse passato da cinque a dieci anni e 731 le carte d’identità elettroniche emesse dal Pad di Palazzo Vecchio.

Ma ci sono anche altre novità. Da luglio è in funzione la certificazione on line tramite la quale il cittadino può richiedere l’inoltro a casa dei certificati anagrafici e di stato civile o ritirarli presso gli Uffici del Quartiere 1 in piazza Santa Croce, previo pagamento, sempre on line delle spese. Da novembre inoltre le iscrizioni anagrafiche cioè i cambi di residenza dei cittadini italiani possono essere effettuate anche nel Pad di Villa Arrivabene, via del Tagliamento, via Carlo Bini e non più solo a Palazzo Vecchio agevolando così il cittadino che non sarà più obbligato a recarsi in un solo ufficio nel centro storico ma potrà prenotare l’appuntamento presso il proprio Quartiere nell’ufficio più vicino a casa propria tramite il numero 055.055. Ed entro la fine del mese di febbraio le iscrizioni potranno essere effettuate anche presso gli altri punti anagrafici (piazza dalla Piccola, Libertà, via Senese, via dell’Anconella, viuzzo delle Calvane).

La situazione dell’attività dei punti anagrafici con le nuove funzioni è stata presentata ieri dall’assessore ai rapporti con i quartieri Cristina Bevilacqua insieme al presidente del quartiere 4 Giuseppe D’Eugenio. “Il decentramento di nuove funzioni ai Pad ha lo scopo di facilitare l’accesso ai cittadini e limitare gli spostamenti, con il cambiamento del periodo di validità della carta di identità, aumentato da cinque a dieci ci sarà nel medio periodo un’ulteriore semplificazione della burocrazia con vantaggi per i cittadini. L’Amministrazione Comunale punta sul potenziamento dei servizi nei Quartieri e all’introduzione di alcune novità come quelle della certificazione online e del potenziamento dei punti anagrafici decentrati.- ha detto l’assessore Bevilacqua – un esempio è l’apertura del nuovo Pad del Quartiere 1 in piazza Dalla Piccola in un nuovo edificio dove si trovano altri servizi come la Casa dello Studente, l’ASL e alcuni servizi sociali.”

“La semplificazione amministrativa e la riorganizzazione dei servizi sono questioni molto importanti – ha aggiunto il presidente di Quartiere 4 Giuseppe D’Eugenio – coinvolgono la vita quotidiana del cittadino, che ci chiede servizi sempre più efficienti. Il potenziamento dei Pad deve rispondere a questa domanda attraverso l’informatizzazione ma anche con una qualificazione delle strutture”. “Periodicamente informiamo i cittadini sull’utilizzo dell’autocertificazione, che deve diventare una pratica usuale, per evitare inutili perdite di tempo. – ha sottolineato l’assessore Cristina Bevilacqua – I modelli per l’autocertificazione si possono trovare nella nostra rete civica.”

L’autocertificazione è sostitutiva di molti certificati, e le amministrazioni pubbliche e le aziende che hanno in concessione servizi pubblici devono accettarla, ad eccezione dei Tribunali. Saranno poi gli enti pubblici a dovere incrociare le proprie informazioni e verificare la veridicità di quanto dichiarato dal cittadino. L’autocertificazione può essere presentata per: dichiarazioni di cittadinanza, residenza, nascita, stato civile, riconoscimento di paternità e maternità, iscrizione ad albi professionali, stato anagrafico, possesso del titolo di studio, qualifica professionale, esami universitari sostenuti, reddito, codice fiscale e partita IVA, stato di disoccupazione o pensionamento. La firma deve essere apposta in calce all’autocertificazione all’atto della consegna, alla presenza del funzionario.

Ed ecco i dati del 2008 in dettaglio: carte d’identità 50.738; certificati a vista 99.399; atti notori 14.013; cambi di abitazione 7.869; dimora abituale 4.087; risultanze anagrafiche 3.846; ordinazioni stato civile 22.911; nulla osta carte identità 965; passaggi di proprietà 3.050; proroghe carte d’identità 6.724; iscrizioni anagrafiche 655; carte identità elettroniche 731; totale 214.988.