martedì, 21 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaI sindaci di mezzo mondo...

I sindaci di mezzo mondo arrivati a Firenze: via ai lavori

Iniziati a Palazzo Vecchio i lavori del Consiglio Mondiale dei Sindaci: oltre 400 i primi cittadini presenti, provenienti da tutto il globo, da Parigi a Istanbul, da Dakar a Kabul.

-

Tre giorni di dibattiti, incontri ed eventi tra Palazzo Vecchio e il Palazzo dei Congressi. È il Consiglio mondiale di United Cities and Local Governements, la più grande organizzazione internazionale dei governi locali che rappresenta circa la metà della popolazione mondiale, che da oggi a domenica è in corso di svolgimento a Firenze.

I TEMI. I lavori, articolati in incontri preparatori, seminari, tavole rotonde (oggi a Palazzo Vecchio) e nelle sessioni plenarie (domani e domenica al Palazzo dei Congressi), si concentreranno soprattutto su temi legati alla sostenibilità e alla governance delle città e su quelli relativi alla cooperazione internazione e decentralizzata. Oltre 400 i sindaci presenti e provenienti da tutto il mondo da Parigi a Istanbul, da Dakar a Kabul. L’appuntamento si è aperto con la tavola rotonda “Illuminazione intelligente e rivoluzione LED per le città” promossa dall’Amministrazione comunale. A fare gli onori di casa Simone Tani, dirigente strategie di sviluppo del Comune. “Abbiamo deciso di approfondire questo argomento specifico perché siamo convinti che su questo tema saranno possibili nei prossimi anni sviluppi tecnologici, organizzativi e di servizio più significativi – ha spiegato Tani – . Stiamo cercando altre città interessate a predisporre insieme progetti europei in questo settore e per questo l’incontro di questa mattina rappresenta un utile momento di confronto e approfondimento”.

ILLUMINAZIONE E NON SOLO. Tra i temi trattati da esperti e addetti ai lavori, tra cui il leader mondiale della ricerca di Philips Lighting Rogier Van Der Haijde, il direttore Smart Cities dell’Enea Mauro Annunziato, Andrea Maria Costa di Telecom Italia e Claudio Bini di Silfi, l’illuminazione intelligente e più sostenibile per le città, i vantaggi del passaggio ‘epocale’ alla tecnologia Led. E ancora le strategie di innovazione delle smart cities, l’integrazione tra reti di illuminazione e le reti a banda larga. Nel corso del dibattito sono stati illustrati anche alcuni esempi di “nuove potenzialità” delle reti elettriche cittadine. In particolare un sistema di illuminazione, con ‘pali intelligenti’ dotati di Ip, in grado di supportare hotspot wifi, video interattivi per turisti, reti per il monitoraggio ambientale e per governare la mobilità. Il programma continua nel pomeriggio, sempre a Palazzo Vecchio, dalle 14.45 alle 16.45, con la tavola rotonda su turismo sostenibile e nuove opportunità per le città digitali. La tavola rotonda, introdotta da Cristina Giachi, assessore al turismo del Comune di Firenze e moderata da Nicola Villa, direttore globale internet business solutions di Cisco, vedrà la partecipazione del sindaco di Dakar, Khalifa Sall, di Antonio Gazzellone, consigliere del Comune di Roma, di Milco Accorsero, responsabile Smart Cities per Telecom Italia, di Ger Baron, direttore Innovazione di Amsterdam, del sindaco Roberto Reggi di Piacenza, del direttore innovazione della città di Firenze, Giovanni Menduni. Nella seconda tavola rotonda del pomeriggio (dalle 17 alle 19) la discussione verterà sulla mobilità sostenibilità e infomobilità. Moderato da Vincenzo Tartaglia, direttore mobilità Comune di Firenze, l’incontro vedrà la partecipazione anche di Piero Fassino, sindaco di Torino, e di Vladimiro Boccali, sindaco di Perugia, responsabile Anci mobilità. Sono previsti interventi di Mario Perretta, Autostrade Tech, Franco Borasi, Elsag, Gino Franco, Mizar, Roberto Rossi, Thales, nonché la presentazione del progetto Car2Go di Mercedes. Il sindaco di Stoccarda, Wolfgang Schuster, responsabile mobilità UCLG, è stato invitato per un saluto introduttivo.

TAVOLE ROTONDE. Domani, sabato 10 dicembre, i lavori si sposteranno al Palazzo dei Congressi con due tavole rotonde: la mattina sulla sostenibilità urbana e nel pomeriggio sul trasporto elettrico. La prima (ore 8.30-10.15), introdotta da Graziano del Rio, presidente dell’Anci e moderata da Giacomo Parenti, coordinatore area sviluppo urbano del Comune di Firenze, vedrà la partecipazione di Pedro Ballesteros, responsabile EU del Covenant of Majors, di Piero Fassino, sindaco di Torino, di Titta Meucci, assessore all’urbanistica del Comune di Firenze e Ilmar Reepalu, sindaco di Malmo; verranno presentate esperienze e visions di sostenibilità di aziende come Arval (Andrea Solari), Siemens (Thomas Brodocz), e Selex Galileo (Michele Genisio), nonché esperienze di eccellenza di sostenibilità del Trentino. Alla seconda tavola rotonda del sabato, dalle 14.30 alle 16.30, moderata da Simone Tani, dirigente strategie di sviluppo del Comune di Firenze, ci saranno Javier Leon, sindaco di Valladolid, città leader spagnola sull’elettrico, e Paolo Gandolfi, assessore di Reggio Emilia, prima città italiana a credere nell’elettrico. Prevista una testimonianza della città di Parigi sul progetto Autovelib. Portano le esperienze di progetti svolti in varie città a livello internazionale Mirko Fucili di Ducati Energia, Vincenzo Scardigno di Piaggio, Andrea Baracco di Renault, Francisco Carranza Sierra di Nissan, Andrea Solari di Arval. Sul fronte utilities e aziende energetiche intervengono Tommaso Roselli di Enel Distribuzione, Bartosz Wojszczyk di General Electric e Gherard Dambach di Bosch.

Ultime notizie