iacopo melio cavaliere

Stavolta Iacopo Melio ha fatto un salto ancora più alto. Il 27enne fiorentino è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana, onorificenza consegnata dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il giovane, secondo la motivazione ufficiale, si è distinto per il suo “appassionato contributo alla causa dell’abbattimento delle barriere architettoniche e degli stereotipi culturali”.

Il Capo dello Stato, durante la cerimonia al Quirinale, si è anche concesso per un selfie (foto qui sotto). “Il riconoscimento come Cavaliere della Repubblica è importante, certamente una soddisfazione personale, ma è anche un premio per tutti noi – ha scritto sulla sua pagina Facebook Iacopo Melio – Un riconoscimento al lavoro che in questi anni, con #Vorreiprendereiltreno, stiamo portando avanti tra progetti e conferenze in giro. Per questo vi ringrazio tutti: non mi fermerò e non ci fermeremo fino a quando ogni barriera architettonica e sociale non sarà abbattuta”.

Iacopo Melio con Mattarella

Chi è Iacopo Melio

Classe 1992, nato a  Cerreto Guidi e costretto su una sedie a rotelle dalla sindrome di Escobar, Iacopo Melio è autore della campagna di comunicazione #vorreiprendereiltreno per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Studia scienze politiche a Firenze, si occupa di giornalismo e comunicazione digitale e nel 2015 ha fondato la onlus #vorreiprendereiltreno mentre nel 2018 ha pubblicato il libro “Faccio salti altissimi – La mia storia oltre le barriere, tra ruote bucate e amori fuori tempo” per Mondadori. Proprio in queste settimane continua il tour di presentazione del volume che è “anche la storia di un ragazzo come tanti, con la testa piena di progetti e speranze”: prossimi appuntamenti il 14 marzo all’istituto Pasquini di Massa e Cozzile (Pistoia), il 23 marzo (ore 17) all’Elefante Elegante di Camaiore (Lucca).