domenica, 26 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl livello del lago si...

Il livello del lago si abbassa, ma continua l’allerta meteo

La macchina della protezione civile lavora a pieno ritmo in queste ore per tamponare gli argini del Serchio e del lago di Massaciuccoli, preparandosi alla peggiore delle evenienze. Ma nel frattempo i tecnici rassicurano e invitano a non diffondere eccessivi allarmi. “Il livello dell'acqua del lago sta diminuendo”.

-

“Tutte le energie e le risorse possibili sono messe in campo, a livello nazionale e locale”. Spiega l’assessore regionale al diritto alla salute Enrico Rossi, in questi giorni impegnato in quella che appare una prova generale da possibile presidente della Regione. Dopo aver nuovamente visitato la zona di Nodica, dove la piena del Serchio ha aperto nell’argine una falla di circa 200 metri, Rossi ha parlato con il sindaco di Viareggio Luca Lunardini e con i responsabili della Protezione civile.

”La variabile tempo non sarà banale – prosegue l’assessore Rossi – ma se anche non si riuscirà a ricostruire completamente l’argine sarà possibile realizzare un tamponamento che consentirà un buon uso del letto del fiume”.

Sul posto stanno giungendo con regolarità camion che trasportano grossi massi prelevati dalla cave di Carrara, mentre si accumulano anche i sacchi di sabbia necessari per i tamponamenti.

L’assessore per la difesa del suolo Marco Betti, sul posto assieme a Rossi, stima che dal lago vengano tolti in questo momento 1 milione e 200 mila metri cubi d’acqua al giorno. Purtroppo le previsioni meteo per i prossimi giorni non sono favorevoli, ma, conclude Betti ”si sta lavorando a pieno regime”. In questi giorni la Protezione civile regionale ha messo in campo nelle varie situazioni di emergenza 200 volontari (Misericordie, Anpas, Cri e Vab) che si danno il turno dalle 8 alle 24, più altri 80 volontari dedicati specificamente alla zona del Serchio. Sono in funzione 4 idrovore, 5 torri-faro che consentono il proseguimento del lavoro nelle ore notturne, gruppi elettrogeni e due insacchettatrici per i sacchi di sabbia. Le attrezzature sono messe a disposizioni dalle province di Firenze, Grosseto e dalle associazioni di volontariato.

Sul rischio di una esondazione delle acque del lago di Massaciuccoli in Toscana ”non bisogna fare allarmismi eccessivi”, afferma anche Bernardo De Bernardinis, vicecapo della Protezione civile. 

Ultime notizie