giovedì, 24 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Il ritorno dei T-Red a...

Il ritorno dei T-Red a Fiesole

Dopo la sentenza della Corte Suprema di Cassazione che ha stabilito la piena regolarità degli apparecchi, a Fiesole tornano a funzionare i T-Red: occhio ai semafori, dunque. Ecco dove sono stati collocati.

-

I T-Red tornano nel comune di Fiesole. Niente preoccupazione, non si tratta di nessun aniname preistorico, ma soltanto degli apparecchi che “pizzicano” chi passa col rosso.

LA SENTENZA. Il loro ritorno sulle strade del comune è stato deciso a seguito “della sentenza n° 05317/11 della Corte Suprema di Cassazione che ha stabilito, senza nessuna ombra di dubbio, la piena regolarità e conformità degli apparecchi dell’amministrazione fiesolana, dopo che erano stati impropriamente sequestrati dall’Autorità Giudiziaria”.

ECCO DOVE SONO. E i T-Red in oggetto sono stati nuovamente installati nei punti dove erano presenti prima del sequestro: ovvero sono stati collocati uno in via Faentina, località Pian del Mugnone, direzione Borgo San Lorenzo, e l’altro in via Aretina, località Compiobbi, direzione Pontassieve. Gli apparecchi, prima dell’attuale installazione – spiega ancora il Comune – “sono stati sottoposti a una totale revisione resasi opportuna dopo i quasi due anni di inattività”.

POLIZIA MUNICIPALE. “Nonostante sia già stata certificata, come previsto dalla normativa vigente, sia la corretta installazione sia la perfetta funzionalità, ancora per maggiore trasparenza, anche se non necessario, gli apparecchi vengono fatti funzionare fino alla mezzanotte di domenica 17. c.m senza che siano elevate le conseguenti violazioni – informa Paolo Cappellini, comandante della Polizia municipale di Fiesole – ricordo che le infrazioni comportano una sanzione amministrativa di 154 euro più la decurtazione dei 6 punti sulla patente di guida. Dopo tale data verranno rilevate le violazioni. Ribadisco, inoltre, che per tale installazione non è necessaria nessuna autorizzazione Prefettizia e non è nemmeno obbligatoria alcuna segnalazione preventiva. In ogni caso, per maggiore chiarezza sono stati installati, a debita distanza, cartelli che ne indicano la presenza. Informo – conclude il comandante della Polizia municipale – che sono stabiliti 5 secondi di giallo del semaforo, (tempo superiore a quello previsto dalle circolari ministeriali in materia) e che le violazioni scattano solo nel caso che il veicolo superi l’intersezione quando il semaforo segna già luce rossa. Un tale comportamento metterebbe, infatti, in serio pericolo la propria e l’altrui incolumità e sia l’importo della sanzione sia il numero dei punti da decurtare non è stabilito da questa amministrazione, ma dal Codice della Strada”.

Borgo, controlli della Municipale in aumento

Ultime notizie

Firenze Marathon 2020 annullata, la maratona torna nel 2021

Quando si terrà la 37esima edizione della gara e cosa succede per chi ha già fatto l'iscrizione

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Corri la vita 2020, qual è il colore della maglia e come funziona la “gara”

La corsa benefica cambia, ma si svolgerà comunque. Percorso "individuale", musei gratis e prenotazioni online: ecco tutte le novità della 18esima edizione

Quando e dove si vota per il ballottaggio delle comunali 2020

Chi può votare, com'è fatta la scheda, quando e perché è previsto il secondo turno per scegliere il sindaco: i dubbi più comuni sulla seconda tornata elettorale