Detto così sembra un buon provvedimento, se non che la strada è lunga oltre un km tra le Due Strade ed il Galluzzo stesso, costringendo tutti gli abitanti a percorrere detto tragitto per dirigersi verso il Centro anche se abitano a pochi metri dalle Due Strade. Questa procedura comporta per il cittadino una serie di inconvenienti quali il maggior percorso ( 4 km per raggiungere le Due Strade), code intense per immettersi nella piazza Acciaioli e da qui nella via Senese dove passa tutto il traffico proveniente dall’autostrada. Il tutto governato da due semafori dai tempi molto lunghi. Dopo di che si percorre tutta la via Senese che come è noto, registra una alta densità di traffico.

Tutto questo comporta per il cittadino un aumento del tempo di percorrenza, ingrossa il traffico in una area già di per se congestionata, aumenta i costi per la benzina e l’inquinamento. Ragionevolezza vorrebbe che, anche per equiparare i diritti dei cittadini, chi abita nel primo tratto di via del Podestà, incluso fra via Malavolta e via Martellini, non fosse penalizzato dal senso unico, e che chi proviene da via Martellini non debba ripercorrere tutta la via del Podestà fino al Galluzzo per andare in città a portare i bambini all’asilo di quartiere alle Due Strade.

Vorrei precisare che io non sono una maniaca dell’auto, che lascio molto a casa anche se la linea 11 non è una linea invitante. Senza contare che supermercati, ospedali, teatri e cinema sono tutti in direzione opposta. Stiamo raccogliendo firme. Cordiali saluti,

Donatella Mei Gentilucci