venerdì, 30 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Il sindaco dà il via...

Il sindaco dà il via alla demolizione dell’ex Esselunga / VIDEO

Ha preso il via oggi la demolizione del vecchio supermercato in viale Giannotti. Il sindaco Renzi sulla gru. Al suo posto nasceranno alloggi di legno.

-

Ex Esselunga di viale Giannotti, via alla demolizione.

ALLOGGI DI LEGNO. Ha preso il via ieri pomeriggio la demolizione del vecchio supermercato, da tempo dismesso, che sarà ora abbattuto per lasciare il posto a 45 alloggi popolari in legno, del tutto ecosostenibili. Saranno costruiti due edifici, uno alto sei piani per 39 alloggi, e l’altro alto tre piani per 6 alloggi, con una superficie utile di circa 4.400 metri quadrati. I lavori di recupero sono stati in parte finanziati dal ministero delle Infrastrutture (oltre 2,5 milioni), in parte dalla Regione (circa cinque milioni ) e con fondi Erp di Casa spa (mezzo milione). Le case dovrebbero essere ultimate entro la primavera 2014. “Al posto di edifici dismessi – ha sottolineato il sindaco Matteo Renzi – nasceranno nuove case popolari in legno a impatto zero, proprio accanto al Centro di arte contemporanea (Ex3). La zona diventerà un luogo vivibile e sostenibile. Questa è la Firenze che vogliamo: una città verde, leader della sostenibilità”.

IL VIDEO:

{youtube}JMlwkFXgu8A{/youtube}

 

LA DEMOLIZIONE. E’ stato il primo cittadino Matteo Renzi a salire sulla gru e dare il via simbolico alla demolizione della struttura. Erano presenti, tra gli altri, Luca Talluri, presidente di Casa spa e Vincenzo Esposito, direttore di Casa spa. Nell’area demolita sorgevano, fino dagli anni ’70, le fabbriche Longinotti. Grazie all’intervento di recupero, sono stati costruiti negli anni, un centro commerciale, un centro culturale (Ex3) e alcune piazze e parcheggi.

{phocagallery view=category|categoryid=419|limitstart=0|limitcount=0}

 

L’EDIFICIO. Lo scorso settembre, nell’ambito dell’iniziativa dei Cento Luoghi, è stata inaugurata una ludoteca. L’edificio è stato costruito in legno con il sistema costruttivo a compensato di tavole a strati incrociati chiamato Xlam che garantisce un’alta sicurezza sismica e tempi di realizzazione rapidi grazie alla costruzione completamente a secco e con basso impatto ambientale, sia in termini di emissioni di CO2, consumi di energia e utilizzo di materie prime. I 45 alloggi popolari, saranno realizzati con la stessa tecnica.

Ultime notizie

Torna Firenze Home Texstyle e Immagine Italia & Co.

Al via l’HUB, la prima vetrina virtuale delle nuove collezioni

Covid-19, quanti contagiati oggi in Italia: più di 26 mila nuovi casi

I dati del 29 ottobre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Dove si può viaggiare nonostante il Covid: l’allegato 20 al Dpcm 24 ottobre

Sembra strano, ma andare all'estero è ancora possibile: i paesi dove si può viaggiare secondo l'allegato 20 del Dpcm 24 ottobre