lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaImmigrati, ecco la guida per...

Immigrati, ecco la guida per aprire un’impresa

Presentata la nuova guida che aiuterà gli stranieri a fare impresa nel rispetto delle regole.

-

 

Presentata la nuova guida che aiuterà gli stranieri a fare impresa nel rispetto delle regole. Sono infatti sempre di più gli immigrati che si mettono in proprio: secondo i dati regionali al 30 settembre 2010 le imprese etniche composte da imprenditori o persone straniere sono salite a quota 57.000 circa su un totale di circa 690.000. La guida pone particolare attenzione sull’apertura dei money transfer, ma non mancano indicazioni riguardo le norme da seguire in tema di sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro.

LEGALITÀ E SICUREZZA. La guida “Impresa: legalità e sicurezza”, realizzata da Prefettura e Camera di Commercio, rappresenta la quinta tappa di un percorso che mira ad aiutare gli stranieri della nostra provincia a fare impresa nel rispetto delle regole. Al riguardo, il presidente della Camera di Commercio Vasco Galgani ha rivolto un “invito agli imprenditori stranieri, ma anche italiani, a comprendere che la legalità è la piattaforma indispensabile per far sì che la propria impresa possa contare su continuità, sicurezza e rispetto da parte di clienti, concorrenti, vicinato e organi di polizia”. Il libro risponde a quesiti fondamentali riguardanti le norme di sicurezza e di igiene sul luogo di lavoro, le procedure che devono precedere l’avvio di un’attività imprenditoriale e l’apertura di money transfer.

MONEY TRANSFER E CONTRAFFAZIONE. Una particolare attenzione è dedicata appunto al trasferimento di denaro dall’Italia ai paesi di origine degli stranieri. Uno studio recente sulle rimesse degli immigrati mostra infatti come il fenomeno sia sempre più consistente: nel 2009 sono usciti dalla Toscana 934.596.000 euro, il 9,8% in più rispetto all’anno prima, con una quota pro capite di 3.018 euro (superiore alla media italiana che è di 1.735 euro). Un intero capitolo è dedicato invece alla tutela del marchio d’impresa, in cui viene approfondita la cosiddetta “contraffazione inconsapevole”, una forma di contraffazione più ambigua e pericolosa, che può derivare dalla cattiva conoscenza delle regole.

ONLINE. La guida (tradotta in inglese, spagnolo e cinese) è disponibile anche online sui siti www.prefettura.it/firenze, www.fi.camcom.it e www.immigrazione.regione.toscana.it.



Ultime notizie