mercoledì, 25 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica In campo magistrati e cantanti

In campo magistrati e cantanti

-

Il 4 ottobre 2008 si terrà a Firenze, nella Sala dei 500 a Palazzo Vecchio, l’undicesima sessione del “Tribunale dei Diritti dei Disabili”, ormai noto appuntamento promosso da Anffas Onlus – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale e dalla Nazionale Italiana Magistrati, che raccoglie alcuni dei più celebri Magistrati ed Avvocati Italiani.

Il Tribunale dei Diritti dei Disabili affronta, in ogni sessione, tramite un dibattimento che si svolge sul modello di quelli reali, situazioni nelle quali sono stati gravemente violati i diritti delle persone con disabilità e/o dei loro genitori e familiari. Dopo l’esposizione dei singoli casi, seguono le arringhe degli avvocati del Collegio della Difesa e, a seguito della Camera di Consiglio, i Magistrati espongono i lori pareri giuridici che, pur non avendo valore giuridico vincolante, contribuiscono a creare un patrimonio giuridico di grande valore e sui diritti delle persone con disabilità ed a diffondere e promuovere una nuova cultura della legalità per tutti.

Oltre ai casi affrontati pubblicamente durante le sessioni, la segreteria giuridica del Tribunale esamina ogni anno centinaia di altre situazioni particolari, svolgendo un lavoro costante e quotidiano di consulenza tecnica. Sono fin troppi, infatti, i casi in cui vengono violati, in maniera più o meno “eclatante”, anche i più elementari diritti delle persone con disabilità e dei loro congiunti, che si trovano spesso a dover “lottare” per ottenere ciò che per legge dovrebbe essergli garantito.

Dopo la decima sessione tenutasi lo scorso anno a Siracusa, il Tribunale approda, quindi, per la prima volta, in Toscana in occasione di una “doppia festa”: i cinquant’anni dalla fondazione Anffas Onlus e di Anffas Firenze.Quest’anno saranno quattro gli spinosi “casi” che gli amici “Magistrati” dovranno affrontare:

1) Servizi di assistenza domiciliare condizionati alla compartecipazione alla spesa in base al reddito della famiglia;

2) Servizi socio sanitari presso un centro specialistico negati, causa una circolare regionale, nonostante la disponibilità del centro stesso;

3) Causa il mancato servizio di trasporto una persona con disabilità non può recarsi presso un centro di riabilitazione ove fruire di prestazioni a lei indispensabili;

4) Una valutazione ospedaliera errata ha causato gravissimi danni ad un bambino con disabilità condizionando in modo pesantissimo la sua vita.

Nel pomeriggio dello stesso giorno (alle ore 16.00) si terrà, poi, a Coverciano un incontro di calcio a scopo benefico tra la Nazionale Italiana Magistrati e la Nazionale Italiana Cantanti, il cui ricavato sarà destinato all’acquisto di un defibrillatore per il Centro Anffas di Firenze.

 

Notizia precedenteRumeno sventa rapina in banca
Notizia successivaArchitetti in mostra

Ultime notizie

Toscana arancione o gialla dopo il 3 dicembre: quando il cambio di zona

"Prima rientriamo in zona arancione meglio è", dice il governatore della Toscana. C'è un "cauto ottimismo" sui dati dei contagi e la regione potrebbe essere promossa prima del 3 dicembre

Cosa succederà e cambierà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera, palestre e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo

100 anni di Ciampi: lo Spi organizza due convegni e un film

Due giornate per ricordare Ciampi, l'ex presidente della Repubblica, nato a Livorno 100 anni fa

Messa di Natale 2020, coprifuoco dopo mezzanotte con il nuovo Dpcm?

Il nodo della messa di mezzanotte. Il governo è al lavoro sul nuovo Dpcm e si pensa a un coprifuoco speciale per la notte di Natale e Capodanno