martedì, 22 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIn mille alle Piagge per...

In mille alle Piagge per Dammi il 5

Un migliaio di cittadini e tanti, tanti giovani hanno riempito i luoghi simbolo del Quartiere 5 per la prima edizione di "Dammi il 5!", cinque giorni di eventi rivolti a bambini, ragazzi e famiglie sul filo conduttore di legalità e partecipazione, organizzata dallo stesso Quartiere 5 in collaborazione con la Cooperativa Sociale Il Cenacolo e con Co&So Firenze. E già si pensa alla seconda edizione.

-

Moltissimi i giovani accorsi al Viper Theatre e in altri spazi del quartiere in occasione delle sessioni musicali. Circa 350 i ragazzi coinvolti nella cinque giorni di eventi, un centinaio i bambini che hanno preso parte alle attività ludiche dedicate, ma anche numerosissime famiglie del quartiere, una trentina di operatori sociali ed educatori, due scuole della zona (l’Istituto Tecnico Leonardo Da Vinci e l’Istituto Gandhi).

Presenti in forze anche le istituzioni cittadine, dal Presidente del Quartiere 5 Federico Gianassi, all’Assessore alle Politiche giovanili Cristina Giachi, con il cui intervento si è conclusa la tavola rotonda di stamattina, venerdì 7 maggio, a chiusura della kermesse.

UN FESTIVAL CITTADINO. E già si parla di replicare l’anno prossimo, con prospettive ancora più ampie. “Dammi il 5 rappresenta il punto di arrivo di un’esperienza lunga dieci anni – commenta Matteo Conti della Cooperativa Il Cenacolo – ma è anche un punto da cui ripartire. La nostra ambizione è quella di far diventare questa manifestazione un vero e proprio festival a livello cittadino, con lo scopo di allargare la rete, coinvolgere i ragazzi e le istituzioni, offrire loro un luogo di incontro. Perché non può esserci partecipazione giovanile se non si costruiscono opportunità concrete per le nuove generazioni. A partire dalle politiche del lavoro, dell’alloggio, dell’accesso al credito, che devono essere integrate alle politiche giovanili”.

I COSTI. Vale la pena sottolineare che l’intera manifestazione è costata alle casse pubbliche soltanto 1.500 euro, finanziati dal Quartiere 5. Il resto, una cifra comunque piuttosto contenuta che si aggira attorno ai 5mila euro, è a carico della Cooperativa Il Cenacolo.

Ultime notizie