mercoledì, 23 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Inflazione stabile a Firenze: giù...

Inflazione stabile a Firenze: giù i prezzi dei prodotti alimentari

Inflazione stabile e media dei prezzi invariata a Firenze nel mese di dicembre. Oltre ai prodotti alimentari diminuiscono i prezzi degli alberghi e dei carburanti. In aumento quelli dei trasporti aerei.

-

Inflazione stabile e media dei prezzi invariata a Firenze nel mese di dicembre.

VARIAZIONE NULLA. A comunicarlo è l’Ufficio comunale di statistica di Palazzo Vecchio, secondo cui la variazione mensile è nulla (a novembre era stata -0,7%), mentre la variazione rispetto allo scorso anno è +1,7% (a novembre era stata +2,1%).

PRODOTTI ALIMENTARI. A contribuire a questo dato – viene spiegato – sono state, rispetto al mese precedente, le variazioni nelle divisioni Prodotti alimentari e bevande analcoliche (-0,2%), Trasporti (+0,7%) e Servizi ricettivi e di ristorazione (-1,4%). Nella divisione Prodotti alimentari, la diminuzione mensile (-0,2%) è causata principalmente dalle diminuzioni della frutta (-4,6% rispetto a novembre), di pane e cereali (-0,2%), del latte, formaggi e uova (-0,4%) e delle acque minerali, bevande analcoliche e succhi di frutta (-3,9%).

TRASPORTI. Per i Trasporti, l’aumento mensile di +0,7% è principalmente causato dall’aumento del trasporto aereo passeggeri (+25,8% rispetto al mese precedent e +17,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente). In diminuzione i carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (-0,6%). Nella divisione Servizi ricettivi e di ristorazione sono in diminuzione i servizi di alloggio, come alberghi, affittacamere etc. (-7,3% rispetto al mese precedente e -2,2% rispetto al dicembre 2011).

PRODOTTI. I prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori sono diminuiti di -0,1% rispetto al mese precedente e sono in aumento di +2,9% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I prodotti a media frequenza di acquisto sono invariati rispetto a novembre mentre sono in aumento quelli a bassa frequenza (+0,1%).

BENI E SERVIZI. I beni, che pesano nel paniere per circa il 56%, hanno fatto registrare a dicembre 2012 una variazione di +2,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I servizi, che pesano per il restante 44%, hanno fatto registrare una variazione annuale pari a +1,1%. Scomponendo la macrocategoria dei beni, si trova che i beni alimentari registrano una variazione annuale pari a +3,0%. I beni energetici sono in aumento di +9,49% rispetto a dicembre 2011. I tabacchi fanno registrare una variazione di +2,6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. La rilevazione si è svolta dal 1° al 21 del mese di dicembre su oltre 900 punti vendita (anche fuori dal territorio comunale) appartenenti sia alla grande distribuzione sia alla distribuzione tradizionale, per complessivi 11.000 prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere.

Ultime notizie

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Corri la vita 2020, qual è il colore della maglia e come funziona la “gara”

La corsa benefica cambia, ma si svolgerà comunque. Percorso "individuale", musei gratis e prenotazioni online: ecco tutte le novità della 18esima edizione

Quando e dove si vota per il ballottaggio delle comunali 2020

Chi può votare, com'è fatta la scheda, quando e perché è previsto il secondo turno per scegliere il sindaco: i dubbi più comuni sulla seconda tornata elettorale

Libri scolastici con lo sconto: da Amazon alla Coop, come risparmiare

C'è chi sceglie l'usato (e spende la metà) e chi si affida al supermercato o ai siti internet con prezzi tagliati del 15% e promozioni, dai buoni ai punti spesa. La guida al risparmio per i libri di testo