giovedì, 23 Gennaio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Isolotto, nuova luce per la...

Isolotto, nuova luce per la Montagnola

L'impianto, realizzato da Silfi spa, è stato inaugurato dal sindaco Nardella: 34 nuovi apparecchi di illuminazione a luce bianca a risparmio energetico in una zona in passato al centro di segnalazioni di pericolo da parte dei cittadini, per rendere lo spazio più fruibile per tutte le persone anche nelle ore notturne. In arrivo anche le telecamere di videosorveglianza

-

Nuova luce e più sicurezza per la Montagnola all'Isolotto, dove a breve saranno installate anche alcune telecamere di videosorveglianza. Il nuovo impianto di illuminazione, progettato e realizzato da SILFIspa, è stato inaugurato questo pomeriggio dal sindaco Dario Nardella, alla presenza anche del presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni, del direttore generale di SILFIspa Manuela Gniuli e del direttore tecnico Antonio Pasqua. È stato il sindaco ad accendere la nuova luce, a conclusione della prima fase dell'intervento di completamento, da parte di SILFIspa, dell’impianto di illuminazione pubblica dell’area verde e dei percorsi pedonali della collinetta del quartiere 4, al centro in passato di segnalazioni di degrado e pericolo da parte dei cittadini e sulla cui sommità saranno ora installati nuovi giochi per i bambini.

Saranno 34, in totale, i nuovi punti luce che illumineranno le notti della Montagnola: 12 sono già stati installati e sono accesi da questa sera (con sei nuovi pali), altri 22 arriveranno entro il mese di novembre. “Con il nuovo impianto potremo offrire una maggiore sicurezza per veicoli e pedoni, grazie a un sensibile incremento dell'illuminazione e alla sua uniformità su strada e marciapiedi – spiega Manuela Gniuli – e con l'integrazione dei punti luce, gli spazi pedonali e le aree verdi saranno più fruibili per tutte le persone anche nelle ore notturne”. Il nuovo impianto è caratterizzato da una tecnologia a luce bianca a risparmio energetico, per garantire una migliore qualità della luce e percezione dell’ambiente circostante.

Per quanto riguarda la prima fase del progetto di riqualificazione, gli interventi eseguiti e inaugurati oggi hanno interessato via Giovanni da Montorsoli e la sommità della collinetta: in via da Montorsoli sono stati sostituiti i vecchi apparecchi di illuminazione e aggiunti due pali, per incrementare i livelli di luce e uniformità e consentire anche una maggior fruibilità dei marciapiedi, creando più spazio per il transito. Per l'area giochi è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione composto da quattro pali: due di questi – di altezza maggiore – sono stati installati sulla sommità della collinetta (ognuno con tre apparecchi di illuminazione), mentre gli altri due sono stati sistemati in prossimità del campo da basket e della pista di pattinaggio.

Entro il mese di novembre, poi, saranno ultimati anche gli interventi della seconda fase del progetto, che interesseranno i vialetti pedonali che corrono sui tre lati della collinetta paralleli a via Baccio Bandinelli, via Mortuli e via Giovanni da Montorsoli: verranno installati altri 22 nuovi punti luce, anche questi con sorgente luminosa a luce bianca, per garantire una maggiore sicurezza. E sempre a proposito di sicurezza, sui pali degli impianti di illuminazione pubblica saranno a breve montate anche alcune telecamere di videosorveglianza a cura della Direzione servizi tecnici del Comune di Firenze.

- Pubblicità -

Ultimi articoli

Carnevale Viareggio 2020: date, eventi e prezzi dei biglietti

Dai temi dei carri ai fuochi d'artificio, dagli orari delle sfilate alla mappa dell'evento: guida alla 147esima edizione del carnevale viareggino

Severgnini si racconta al Teatro Puccini

L’editorialista porta il suo “Diario sentimentale di un giornalista” a Firenze: ed è subito messinscena

Tramvia, linea 3.2: “Solo un terzo del percorso con i pali”

Intervistato da Lady Radio, il sindaco Dario Nardella fa il punto sui lavori per le nuove linee e anche sulla tecnologia che permetterà ai tram di viaggiare, in alcuni tratti, a batteria

La scuola al cinema: l’Istituto Marco Polo di Firenze in un film

Ci si resta anche al pomeriggio, si impara con metodi all’avanguardia e la parola d’ordine è “accoglienza”. Una scuola strana, l’Istituto Marco Polo. Che ora diventa un film
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Utilizziamo i cookie per offrirvi una migliore esperienza online, analizzare il traffico del sito e personalizzare i contenuti. Dando il vostro consenso, ne accettate l'uso in conformità con la nostra politica sui cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Per motivi di perfomance, utilizziamo Cloudflare come rete CDN. Questo salva un cookie "__cfduid" per applicare le impostazioni di sicurezza per ogni client. Questo cookie è strettamente necessario per le funzionalità di sicurezza di Cloudflare e non può essere disattivato.
  • __cfduid

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi