lunedì, 21 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Jazz in piazza della Passera

Jazz in piazza della Passera

settembre in piazza della passera

-

Decima edizione del festival musicale “Settembre in Piazza della Passera”. Per circa una settimana, dall’8 al 12 settembre, Piazza della Passera ospiterà una serie di concerti di nuovi artisti o di artisti che non è facile ascoltare nella nostra città.Piazza della Passera col Canto ai 4 Leoni è uno dei luoghi più antichi di Firenze, nel cuore della città, dove vivono ancora i mestieri tipici fiorentini. Una zona amata e dipinta con affetto da Ottone Rosai e che conserva tutt’ora il fascino trasmesso dalle sue opere.

Negli ultimi anni intorno a questa zona (grazie anche alle recenti ristrutturazioni) oltre ai vecchi “bottegai” sono nate nuove attività che hanno dato vita all’intero quartiere con iniziative di natura diversa. Piazza della Passera è un’isola particolare che sente l’esigenza di recuperare, mantenere viva la natura e gli aspetti più veri della tradizione del quartiere. Il festival, organizzato da Stefano Di Puccio dei “4 Leoni”, dall‘Associazione culturale In Piazza e dall’Associazione MusicPool, per la prima volta ha potuto usufruire dei fondi messi a disposizione dal comune di Firenze.

Quest’anno la manifestazione musicale guarderà anche alla solidarietà e alla salvaguardia dell’ambiente. Sarà infatti installato un punto di ristoro per poter bere e mangiare durante i concerti; tutte le stoviglie utilizzate saranno realizzate in MaterBi, plastica ricavata dal mais e quindi totalmente biodegradabile e compostabile, inoltre i proventi della vendita di cibi e bevandi saranno devoluti in beneficienza.

IL PROGRAMMA

 

Lunedì 8 settembre: spettacolo musicale “2 Alluci mascherati da Pollici” con Renato Cordovani (clarinetto) e Astro Poeta (voce recitante); concerto di Jacopo Martini e Lollo Meier Gypsy quartet (nella foto), una band di musicisti provenienti da Italia, Germania e Olanda che esplora la tradizione gitana nello stile del grande Django Reinhard.

 

Martedì 9 settembre: spettacolo musicale “Rumì”di Luisa Cottifogli, tratto dall’omonimo album. Un concerto che è evento multimediale, immerso in suggestive video-installazioni e antichi racconti, che unisce magicamente suoni contemporanei e parole di un mondo passato

 

Mercoledì 10 settembre: concerto degli Alkord quintet, band formata da musicisti classici e musicisti;una musica originale, altra, centrata con discrezione ma intensità sul talento del giovane violinista albanese Eugjen Gargjola, e sulla ricchezza culturale della sua terra.

 

Giovedì 11 settembre: concerto di Maria Giuaia quartet, una delle voci più eclettiche tra i giovani musicisti italiani, nota al grande pubblico grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo.

 

Venerdì 12 settembre: chiusura della rassegna con lo spettacolo “Dopo la guerra arrivò un giorno la musica…” dell’orchestra Les Italiens (una nuova produzione di Alessandro Di Puccio dedicata alla musica degli anni ’50) con la conduzione di David Riondino; Massimo Altomare e Mary Loscerbo saranno due specialissime voci narranti. Al termine del concerto seguirà l’esibizione dell’ormai celebre “Coro delle Lamentele di Firenze”.

 

Notizia precedenteTorna la Rificolona
Notizia successivaStudenti toscani negli Usa

Ultime notizie

Referendum 2020: affluenza alle urne, i dati delle ore 15

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza sopra il 60%

I dati definitivi sull'affluenza alle urne per le elezioni regionali 2020 della Toscana. In corso lo spoglio

Exit poll per il referendum 2020: Sì in vantaggio

Il Sì al taglio dei parlamentari vince il referendum con un risultato tra il 60 e il 64%, secondo...

Exit poll, regionali Toscana: Eugenio Giani in vantaggio

Grande attesa per i primi sondaggi sulle tendenze di voto: chi tra i 7 candidati diventerà presidente dalla Regione?