sabato, 20 Agosto 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa carica degli undicimila, Firenze...

La carica degli undicimila, Firenze riparte dai 100 luoghi

Da Castello a viale Giannotti, da San Bartolo a Cintoia ai Campini viola, sono quasi 11mila i fiorentini che ieri sera hanno preferito la strada alla tv, per dirla con le parole di Renzi, e sono andati ad affollare i 100 luoghi simbolo scelti da Palazzo Vecchio per la rinascita della città. “Questa è la nostra sfida – ha dichiarato entusiasta il sindaco - : fare le cose”.

-

Pubblicità

Da Castello a viale Giannotti, da San Bartolo a Cintoia ai Campini viola, sono quasi 11mila i fiorentini che ieri sera hanno preferito la strada alla tv, per dirla con le parole di Renzi, e sono andati ad affollare i 100 luoghi simbolo scelti da Palazzo Vecchio per la rinascita della città. “Il più grande esperimento di politica partecipata mai realizzato in Italia”, così ha definito la serata di ieri il primo cittadino.

IL PIU’ GRANDE PARCO URBANO D’EUROPA. Dalle Cascine, da dove ha coordinato una delle 100 assemblee cittadine, Renzi lancia il parco urbano più grande d’Europa, circa 300 ettari. E ribadisce ancora una volta “se non riqualifichiamo le Cascine non mi ricandido”. Oltre un centinaio i cittadini arrivati per ascoltarlo e per farsi ascoltare, molti dei quali pronti a compilare la schedina apposita per le proposte e infilarla nell’urna. A pochi metri di distanza sono andate avanti tutta la sera le visite guidate al nuovo Auditorium del Maggio. Circa 500 i cittadini che hanno preso visione di cantiere e progetto. “Migliaia di fiorentini – ha aggiunto il sindaco in chiusura di serata – hanno dato suggerimenti o hanno criticato i nostri progetti, sennò non saremmo a Firenze”.

Pubblicità

RIFLETTORI SUL PALAGIUSTIZIA. Oltre 550 visite anche per il Palazzo di Giustizia, a Novoli, completamente illuminato per l’occasione. A rispondere alle domande dei cittadini, preoccupati su tempi e risorse per l’apertura, l’assessore Falchetti.

FOLLA A QUARACCHI. Circa 160 coloro che si sono presentati all’assemblea di Quaracchi, una delle più partecipate della periferia. Un’altra trentina di persone si è accalcata in una sala dell’aeroporto di Peretola per conoscere progetti e destini della pista e dell’aerostazione.

Pubblicità

DUOMO E SAN LORENZO. Grande affollamento anche nel centro storico. Nei locali della Misericordia alcuni pannelli illustravano la rivoluzione della pedonalizzazione, operazione ancora in via di completamento, con nuove luci, panchine e sistemazione definitiva dei dehors di bar e ristoranti. In discussione anche il futuro del Mercato di San Lorenzo, dopo le ipotesi formulate dall’amministrazione riguardo all’apertura pomeridiana e all’avvento di negozi al piano superiore della struttura.

L’OPPOSIZIONE. Costata complessivamente circa 55.000 euro, l’operazione delle 100 assemblee non ha mancato di suscitare polemiche: il centrodestra ha accusato Renzi di aver allestito un’ ”iniziativa di immagine a spese dei fiorentini”, con il capogruppo in consiglio comunale del Pdl, Giovanni Galli, che nell’ultima seduta ha invitato il sindaco ”a fare partecipazione sui problemi veri della città”, sfidandolo ad un confronto pubblico su ”alta velocità, tramvia, aeroporto, degrado”. Hanno dato fiducia al sindaco, invece, Massimo Pieri (ex Pdl recentemente passato al Pdn) e Mario Razzanelli (Lega Nord), che hanno seguito alcune assemblee e si sono infine recati a Palazzo Vecchio per il brindisi finale. “Questa è la nostra sfida – ha dichiarato entusiasta il sindaco – : fare le cose”.

Pubblicità

Ultime notizie