martedì, 24 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica La chiusura della campagna elettorale...

La chiusura della campagna elettorale di Ubaldo Bocci

È piazza dei Davanzati il luogo scelto per la chiusura della campagna elettorale di Ubaldo Bocci e del centrodestra. Venerdì 24 maggio dalle ore 21

-

Sarà in piazza dei Davanzati la chiusura della campagna elettorale di Ubaldo Bocci e di tutta la coalizione di centrodestra. L’appuntamento è per venerdì 24 maggio alle ore 21.

Sarà una vera e propria “festa” per la chiusura della campagna elettorale, come annunciato sulla pagina Facebook del candidato. Altri dettagli, almeno per il momento, non si conoscono. Presto quindi per dire cosa ci sarà nel programma della serata e se saranno presenti alcuni ospiti.

Di certo i riflettori saranno puntati sul candidato sindaco e per il suo appello al voto finale. Insieme a Ubaldo Bocci, alla chiusura della campagna elettorale saranno presenti i candidati delle cinque liste che lo sostengono.

Il luogo scelto per l’evento conclusivo della campagna elettorale è piazza dei Davanzati. Una piazza in pieno centro storico, a pochi passi da piazza Strozzi che aveva ospitato l’ultimo comizio di Matteo Salvini a sostegno di Bocci. Una piazza elegante ma, per la verità, piuttosto piccola.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: crescono casi e morti per coronavirus

I dati del 23 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Natale 2020, 10 idee regalo a km 0 da ordinare online

La guida de Il Reporter per scegliere i 10 regali a km zero da comprare online per il Natale 2020

Decreto Ristori ter, quando il testo definitivo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Nuove risorse per il contributo a fondo perduto in favore delle attività chiuse e buoni spesa per le famiglie in difficoltà: il testo del "decreto ristori ter" presto in Gazzetta Ufficiale

Cosa succederà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm di Natale

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo