martedì, 3 Agosto 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa festa del commercio equo

La festa del commercio equo

Una festa in piazza con musica e animazione, ma anche una visita in bici alle botteghe del commercio equo e solidale con tanto di assaggio. Sono queste le iniziative organizzate sabato 17 maggio

-

Quest’anno il tema della Giornata è l’Ecologia, per un futuro più equo e allo stesso tempo a misura del pianeta. Alcune realtà che a Firenze si occupano di commercio equo, il Villaggio dei Popoli, l’Associazione Tatawelo e il Gruppo di Acquisto Solidale Todo Mundo, con il sostegno del Comune di Firenze e dallo Sportello Eco Equo, organizzano in città la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale, promossa da IFAT (International FAIR Trade Association), un’organizzazione che associa più di 300 soggetti equosolidali in 70 paesi del mondo.

Il programma inizia alle 9.30 presso la Bottega Equazione, in via Lombardia 1/o, punto di partenza del tour in bici alla scoperta dei negozi del commercio equo e solidale della città (ritrovo intermedio alle 10.30 in via dei Serragli 88/r presso Borgo Alegre). Le botteghe offriranno assaggi ai partecipanti e al termine è previsto un piccolo ristoro presso il Villaggio dei Popoli in via dei Pilastri 45/r. (Per prenotare la biciclettata telefonare al 368/7371801). Nel pomeriggio l’altro appuntamento della giornata, la festa in piazza D’Azeglio. Dalle 15 alle 19 il ricco programma prevede musica e balli con il gruppo di percussioni brasiliane Batucada Agogo, le animazioni e i giochi per bambini a cura di Arci ragazzi, la mostra fotografica sul caffé preparata dell’Associazione Tatawelo, il laboratorio della pace, la pesca con premi del commercio equo a cura del Gruppo di acquisto solidale Todomundo e le merende equo-solidale a cura del Villaggio dei popoli e dell’Associazione Tatawelo.

“Il Comune di Firenze è impegnato a sensibilizzare i consumatori a scegliere sulla base della provenienza dei prodotti – afferma l’assessore ai nuovi stili di vita e consumo critico Cristina Bevilacqua -. I prodotti del commercio equo e solidale garantiscono i diritti dei lavoratori, la salvaguardia delle risorse del pianeta, il miglioramento della qualità della vita dei produttori e delle loro famiglie. La giornata mondiale del commercio equo e solidale è una buona occasione per diventare consumatori responsabili“.

Dal 2007 il Comune di Firenze è diventato “città equosolidale”, grazie al suo impegno a favore del commercio equo e solidale, su indicazione del Comitato Tecnico delle organizzazioni più rappresentative in Italia che operano in questo settore. Questa Giornata rappresenta quindi un’occasione per uscire dalle botteghe e portare nelle strade e nelle piazze i messaggi del commercio equo. Il movimento del commercio equo raccoglie la sfida di uno sviluppo sostenibile e invita i consumatori a premiare e sostenere le organizzazioni che lavorano quotidianamente verso la sostenibilità.

Ultime notizie