Si parlerà del nuovo mondo digitale fatto di web tv, Ipitv, Dvbh, Hdtv, Social Network, Business tv, posta elettronica, telefonia cellulare, le autostrade informatiche che hanno lanciato Barack Obama: una nuova democrazia dell’informazione, che coinvolge sempre più giovani, che si allontanano dai media tradizionali, in primis dalla così poco democratica televisione.

Il congresso è organizzato dal Dipartimento di Sistemi e Informatica dell’Università di Firenze in collaborazione con il network internazionale Comunicare Digitale, la Fondazione Rinascimento Digitale e AxMediaTech.

    “In totale – spiega il professor Paolo Nesi, presidente di Axmedis 2008 – sono oltre 300 specialisti, ricercatori, imprenditori che hanno come obiettivo l’esplorazione dei soggetti, delle tecnologie, delle applicazioni e dei trend che riguardano lo sviluppo e l’impiego di soluzioni automatizzate per produrre contenuti trasversali (cross-media) e per la distribuzione multicanale”.

“Ma la conferenza e’ aperta a tutti gli operatori del settore – ha continuato Nesi -. La sfida è non solo di creare condizioni che consentano di qualificare i contenuti, ma soprattutto di capire che cosa il futuro ci prepara”.

Il congresso ha in programma molti workshop, panel e incontri di carattere tecnico sulle nuove piattaforme e infrastrutture intelligenti, sulla conservazione delle memorie digitali, la gestione dei diritti, la semantica e la distribuzione dei contenuti, ma anche seminari e dimostrazioni sulle nuove opportunità per l’industria italiana in Europa e nel Sud America. Le interviste verranno pubblicate on line sul sito http://xmf.axmedis.org.