mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa prima dell'Aida, in ritardo...

La prima dell’Aida, in ritardo di un’ora

60 minuti di ritardo per l'attesissima prima dell'Aida sul palcoscenico del Maggio Musicale Fiorentino. La Cgil ha proclamato uno sciopero di un'ora, in occasione della serata inaugurale della 74esima edizione.

-

60 minuti di ritardo per l’attesissima prima dell’Aida sul palcoscenico del Maggio Musicale Fiorentino. Ieri la Cgil ha proclamato lo sciopero di un’ora, in occasione della serata inaugurale della 74esima edizione.

LA PROTESTA. L’opera è andata in scena alle 20,30 anziché alle 19,30 per la mobilitazione proclamata contro la direzione del teatro.  In attesa della fine dello sciopero, il pubblico è stato intrattenuto da un’intervista-talk show di Zubin Mehta, del regista Ferzan Ozpetek e dal premio Oscar per la scenografia Dante Ferretti.

RENZI FUORIOSO. Protesta che non è andata giù al sindaco e presidente del cda del Maggio, Matteo Renzi che prima di entrare ha commentato “Autogol. E’ uno sciopero strano: un’ora e scatta lo straordinario e quindi è un danno economico per il teatro. Così si danno la zappa sui piedi”. Il ministro dei Beni culturali Giancarlo Galan, presente in sala, invece non se l’è presa troppo del ritardo: “La mia presenza – ha spiegato ai giornalisti – è il segno dell’attenzione che il ministero presta al Maggio Fiorentino, uno dei grandi avvenimenti culturali del nostro paese”.

APPLAUSI, OZPETEK PROMOSSO. Lo spettacolo, che sanciva l’esordio alla regia teatrale di Ferzan Ozpetek famoso per i suoi lavori sul grande schermo , è stato comunque applauditissimo. In platea molte personalità note, tra cui le famiglie Ferragamo e Gucci, Bruno Vespa con signora.

Ultime notizie