Insieme al tuo macellaio potrai compiere un piccolo grande gesto di solidarietà” recita lo slogan della “Giornata di solidarietà dei macellai per la Fondazione ANT” . L’iniziativa è stata presentata ufficialmente, oggi, presso la sede dell’Associazione macellai in Via Ginori. Il 31 gennaio si ripeterà la manifestazione che tanto successo ebbe nel 2002 e nel 2003: 110 macellerie fra Firenze e Provincia devolveranno il cinque per cento dell’incasso della giornata alla Delegazione Toscana della Fondazione ANT. Le macellerie partecipanti saranno riconoscibili dalla locandina che esporranno in negozio, a testimonianza della propria adesione.

Una vera e propria “catena della solidarietà” che è stata resa possibile dalla collaborazione dell’ Associazione Macellai-Cesec di Firenze e da Agiva di Pontassieve, le principali associazioni di rappresentanza della categoria. I negozi partecipanti sono collocati a Firenze e in tutti i principali Comuni della Provincia Fiorentina.

“Nel 2003 questa stessa iniziativa ha portato alla Fondazione ANT 11.000 euro. Siamo fiduciosi– ha detto Vasco Tacconi, Presidente ragionale CESEC– nella possibilità di raccogliere anche quest’anno quei fondi che per ANT sono ossigeno vitale. È importante anche riuscire a far conoscere sempre di più il grande lavoro che gli operatori sanitari dell’ANT svolgono ogni giorno, non solo per gli adulti, ma anche per ipazienti più piccoli.”. “La Fondazione ANT si batte da 31 anni per difendere la dignità della vita nella malattia – ha detto il Delegato ANT della Toscana Luciano Pedini – Ringraziamo la categoria dei macellai per aver abbracciato la causa di ANT ancora una volta e speriamo che l’iniziativa serva ad avvicinare i cittadini al prezioso servizio svolto quotidianamente per i Sofferenti di tumore. Grazie a manifestazioni come questa potremo estendere ancora di più il nostro servizio nel territorio toscano”.

Il ricavato della manifestazione sarà impiegato per sostenere gli ODO-ANT (Ospedali Oncologici Domiciliari) della Toscana, strutture che operano al domicilio del malato e lo seguono gratuitamente con competenza e amore.

A Firenze, dove esiste da tempo il Centro regionale, è attivo un ODO-ANT composto da 7 medici, 2 infermieri e due psicologhe che seguono 24 ore su 24 e per 365 giorni l’anno i sofferenti, che risiedono anche nelle zone limitrofe al capoluogo toscano (Valdarno fiorentino compreso). ANT è attiva anche nei confronti dei piccoli malati di tumore grazie alla collaborazione con i medici del reparto di oncoematologia dell’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.

Chi volesse maggiori informazioni su ANT e sulle sue iniziative in Toscana può chiamare il n. 055.5000210.

La Fondazione ANT Italia Onlus, nata nel 1978 per volontà dell’oncologo bolognese Franco Pannuti, assiste a domicilio e gratuitamente ogni giorno oltre 3000 sofferenti di tumore. Negli ultimi 23 anni (l’attività domiciliare tramite gli ODO-ANT è iniziata nel 1985) ha curato gratuitamente quasi 70.000 malati in nome dell’Eubiosia, la buona qualità di vita fino all’ultimo respiro, valore portante della Fondazione.

FONDAZIONE ANT ONLUS – tel. 055.5000210; mobile 348.6563274; fax 055.579722