martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica La Toscana vista in foto

La Toscana vista in foto

-

E’ in pieno svolgimento il concorso fotografico (“Toscana photo frame. Sguardi esperti a confronto”) promosso dalla Regione attraverso la sua Mediateca per coinvolgere associazioni e club amatoriali – spiega l’assessore toscano alla Cultura, Paolo Cocchi – “nella sfida di cogliere, documentare, raccontare quei caratteri che costituiscono l’inestimabile patrimonio della regione”.

Tre le categorie: l’ambiente (paesaggi, natura, territorio), il contesto urbano (luoghi meno noti, luoghi del lavoro), la storia (eventi e cronache rilevanti, personaggi significativi della società toscana passata e presente).

La partecipazione al concorso è gratuita e per ciascuna delle tre categorie ogni associazione o club fotografico può trasmettere un massimo di dieci foto. Queste possono anche non essere inedite ma non devono mai aver partecipato ad altri concorsi fotografici.

Il materiale deve essere trasmesso, per raccomandata con ricevuta di ritorno ed esclusivamente su dvd, all’Archivio Fotografico di Regione Toscana (via di Novoli 26 – 50127 Firenze). Il termine è il 31 agosto: non saranno comunque accettati plichi che perverranno oltre l’8 settembre. Una giuria, composta da esperti in comunicazione di massa, valuterà le foto.

Regolamento e scheda sul sito della regione. I risultati saranno pubblicati il 10 ottobre 2009 e la premiazione avverrà durante il Festival della Creatività 2009.

Premi (a ogni associazione vincitrice andrà un compenso di 5 mila euro) per ciascuna delle tre categorie.


Notizie sull’Archivio fotografico (raccoglie documenti fotografici digitalizzati) sul sito della regione.


Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale