venerdì, 27 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica La Valdelsa si scopre in...

La Valdelsa si scopre in bici

Il gruppo “Amici della Bicicletta Firenze” invita tutti coloro che hanno una bicicletta e voglia di passare una domenica all’aria aperta a partecipare alla prossima iniziativa di facile escursionismo e turismo in bicicletta, che si terrà domenica 12 ottobre. Ecco il programma.

-

Il ritrovo è previsto alle 8.30 alla Stazione Ferroviaria di Firenze SMN – nell’atrio della biglietteria, con biglietto ferroviario comprensivo di  supplemento bici già acquistato dai singoli partecipanti; prenderemo il treno per Empoli delle 8.50.

Itinerario: l’itinerario è sinuoso e molto vario con panorami e località di piacevole visita  che si dispiegano lungo tutto il tragitto; dalla stazione ferroviaria di Empoli si prende per Martignano e Case Nuove per giungere dopo una salita non impegnativa a Montespertoli, nota soprattutto per il vino dei suoi ameni colli; traversato il paese si imbocca la provinciale che sale a Lucardo, antico borgo murato medievale di origine longobarda, poi si prosegue per Tavarnelle Val di Pesa, anch’essa nota per il vino, e, presa la regionale,  si passa per il bel borgo medievale di Barberino Val’Elsa, poi, deviando per la provinciale verso valle,  si scende verso Certaldo, incontrando il sito archeologico di Semifonte, la città che nel medioevo si contrappose a Firenze e fu da essa distrutta, e poi Santa Maria a Bagnano, per arrivare finalmente alla bella e  storica Certaldo, patria di Boccaccio,  dove  prenderemo il treno delle ore 17.58 che  ci riporterà a Firenze alle 18.50. Lunghezza del percorso: circa 55 chilometri.

Difficoltà: facile/media; si tratta di un itinerario misto pianeggiante/collinare dolce  con dislivelli lievi intervallati da  tratti pianeggianti che segue “a mezza costa” o in pianura  il corso di alcuni torrenti minori e dell’Elsa, sempre su fondo asfaltato ma a basso traffico,  pertanto la distanza da percorrere è assolutamente non impegnativa nell’ambito di una intera giornata di movimento; poiché nella seconda parte  il percorso affianca la linea ferroviaria in caso di problemi  è possibile l’ utilizzo emergenziale  del treno per il rientro;  durante il percorso potremo sostare  ovunque sia bello e interessante, con spirito turistico e conoscitivo, senza alcuna fretta e atteggiamento competitivo.

Materiale consigliato: bicicletta  mountain bike,  city-bike, trek- bike o similare, con cambio, portapacchi posteriore per deposito di borsa laterale da viaggio,  vestiario idoneo,  casco, occhiali, chiusura per bicicletta, ecc. Materiale obbligatorio: kit per la riparazione di forature (camera d’aria, o toppe, chiavette ecc.), pompa,  vestiario anti- pioggia con protezione completa di corpo, testa e piedi; questo materiale individuale è assolutamente necessario affinchè ognuno sia autosufficiente e non di peso agli altri in occasione di normali e prevedibili eventi avversi pertanto in assenza del medesimo non è possibile la partecipazione all’iniziativa.

Informazioni e contatti: Amici della Bicicletta Firenze – via Stradone di Rovezzano 12, Firenze. Telefono 055/6503400, indirizzo email: [email protected] Altre informazioni su www.firenzeinbici.net e www.probike.it.

Ultime notizie

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dopo il 3 dicembre 2020

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco anticipato, riapertura dei ristoranti la sera, palestre e feste in casa. Le anticipazioni e le ipotesi

Covid: autocertificazione di domicilio e cosa fare se lo si vuole cambiare

Basta sceglierlo e compilare un'autocertificazione: come cambiare il domicilio, necessario per gli spostamenti in tempi di Covid

River to River 2020, torna (in streaming) il festival di cinema indiano

Ventesima candelina per il festival River to river, che dal 3 all'8 dicembre, offre il meglio del cinema indiano (in streaming)

Quanti contagiati oggi in Italia: ancora un record di decessi, aumentano i casi

I dati del 26 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?