mercoledì, 23 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLavoro: 6 disabili assunti alla...

Lavoro: 6 disabili assunti alla Eli Lilly, accordo in Provincia

Sei lavoratori disabili collocati nel mondo del lavoro nei prossimi tre anni. La Eli Lilly Italia di Sesto Fiorentino affiderà infatti commesse di lavoro nel settore 'print service' alla cooperativa sociale Pares di Firenze, che assumerà lavoratori disabili per inserirli nel ciclo lavorativo. L'accordo è stato promosso dalla Provincia di Firenze e si tratta della prima convenzione italiana ai sensi dell'articolo 12/bis della legge 68/99.

-

La Eli Lilly, affiliata di una delle maggiori società farmaceutiche del mondo, è la prima azienda ad avvalersi dell’articolo 12/bis per assolvere gli obblighi derivanti dalla legge 68/99 che prevede l’integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro da parte delle aziende private. Oltre ai dipendenti disabili già in quota nell’organico dell’azienda, la commessa affidata a Pares integrerà la presenza di lavoratori svantaggiati.

“La Provincia di Firenze è orgogliosa di aver avviato per prima questa sperimentazione – afferma Elisa Simoni, assessore provinciale al lavoro e alla formazione – nella convinzione che si debbano cogliere al volo tutte le opportunità legislative che consentono nuovi e maggiori spiragli nel collocamento lavorativo delle persone disabili. Un obiettivo che in questo caso è stato raggiunto grazie anche alla particolare sensibilità e disponibilità mostrata dai responsabili di Eli Lilly Italia e della cooperativa Pares”.

“Questo è un chiaro esempio di come le leggi non rappresentano un ostacolo da aggirare bensì un’opportunità“, spiega Giorgio Davidoni, direttore delle risorse umane Eli Lilly Italia. “Fino ad oggi – prosegue – questo articolo è rimasto inutilizzato, poi attraverso la collaborazione con la Provincia abbiamo scoperto che ci poteva aprire una nuova strada per lo sviluppo di una politica più responsabile di gestione delle risorse umane. Spero che questa convenzione possa rappresentare un precedente per altre aziende”.

Ultime notizie