sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLavoro in nero, sospesa l'attività...

Lavoro in nero, sospesa l’attività lavorativa al calzaturificio di Capannori

La titolare di un calzaturificio di Camigliano a Capannori è stata denunciata per aver impiegato un lavoratore senza permesso di soggiorno e tre in nero. Sospesa anche l'attività lavorativa.

-

La titolare di un calzaturificio di Camigliano a Capannori è stata denunciata per aver impiegato un lavoratore senza permesso di soggiorno e tre in nero. Sospesa anche l’attività lavorativa.

LA DENUNCIA. Nell’ambito di alcuni controlli eseguiti dai carabinieri dell’Ispettorato del lavoro di Lucca in collaborazione con la direzione territoriale del lavoro e l’Inail, la titolare 59enne di un calzaturificio di Camigliano a Capannori, è stata denunciata per aver impiegato in nero un cittadino albanese senza permesso di soggiorno. Scoperte anche tre operaie albanesi in nero.

SOSPENSIONE. Nei confronti dell’azienda è stata decisa anche la sospensione dell’attività imprenditoriale. Nel calzaturificio lavorano in tutto 15 persone.

Ultime notizie