venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLavoro: ''Isola'', un progetto per...

Lavoro: ”Isola”, un progetto per l’inserimento delle persone svantaggiate

Imprese, istituzioni e associazioni impegnate a Firenze per la creazione di posti di lavoro per persone svantaggiate.

-

Imprese, istituzioni e associazioni impegnate a Firenze per la creazione di posti di lavoro per persone svantaggiate. Il progetto I.SO.L.A gestito dalle cooperative del Consorzio Metropoli, in due anni ha creato 60 posti di lavoro. Domani il convegno a Sant’Apollonia in cui verranno illustrati i risultati.

I.SO.L.A. Oltre 860 aziende, 7 enti pubblici, 37 tra cooperative e associazioni di Firenze si sono impegnate per dare nuove prospettive di vita e di lavoro alle persone svantaggiate, unendosi nel progetto “I.SO.L.A, Inserimento sociale e orientamento verso il lavoro e autonomia”. Il progetto, promosso dal Siast del Quartiere 1 di Firenze e gestito dalle cooperative Arca, Barbieri e Cat del Consorzio Metropoli, è rivolto a giovani e adulti disabili o che vivono una situazione di particolare disagio sociale e prevede una stretta collaborazione tra Istituzioni, Centri per l’Impiego, reti di volontariato, aziende e imprese del privato sociale. In due anni si sono raggiunti ottimi risultati: 170 persone hanno usufruito del progetto e 60 rapporti di lavoro sono stati attivati (oltre i 46 percorsi alternativi di inserimento lavorativo per persone con bisogni diversi).

IL CONVEGNO. Dei risultati del progetto I.SO.L.A si parlerà domani 16 dicembre all’auditorium di Sant’Apollonia in via San Gallo nel convegno “Servizi di accompagnamento al lavoro: quale futuro?”, organizzato dal Consorzio Metropoli. A presentare i risultati saranno il Siast1, il Comune e il Centro per l’Impiego. Parteciperanno l’Assessore delle Politiche sociali del Comune di Firenze Stefania Saccardi, il Presidente del Consorzio Metropoli Giovanni Autorino e la responsabile di Legacoopsociali Toscana Eleonora Vanni.

PERCORSI. L’inserimento sociale e lavorativo del progetto è studiato “su misura” di ogni singola persona. Il primo passo è un colloquio personalizzato, poi viene fatto un bilancio delle competenza della persona con il fine di compilare il curriculum vitae e per ultimo, si procede con l’iscrizione al Centro per l’Impiego. Il supporto dell’utente continua anche per quanto riguarda la consultazione delle offerte di lavoro, nella preparazione ai concorsi pubblici e nell’invio delle candidatura tramite curriculum o contatti diretti. Quando una persona non è autonoma nell’affrontare la vita in azienda, viene valutata la possibilità di intraprendere un inserimento socio-terapeutico o viene accompagnata verso progetti alternativi concordati con l’assistente sociale di riferimento del Siast.

Ultime notizie