Sono stati gli stessi lavoratori di Scandicci (in tutto sono 450) a spiegare di essere stati chiamati, stamani, dall’azienda, per la comunicazione della decisione della chiusura dello stabilimento di Scandicci, in programma a giugno del 2009. Subito, i lavoratori hanno organizzato un corteo nei pressi dello stabilimento.

Electrolux, quindi, ha deciso di concentrare la produzione di frigoriferi in Italia a Susegana (provincia di Treviso) dove ha un altro stabilimento. Questo, di fatto, comporta la chiusura della fabbrica di Scandicci, dove lavorano appunto 450 persone. La loro speranza sta nell’ipotesi secondo cui altri imprenditori possano subentrare alla multinazionale svedese per altri tipi di produzione.