giovedì, 1 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Liberi i due cooperanti italiani

Liberi i due cooperanti italiani

sono stati liberati i due cooperanti italiani

-

Paganini e Occhipinti erano stati rapiti lo scorso mese di maggio nei pressi di Mogadiscio mentre lavoravano ad un progetto del Cins (Cooperazione Italiana Nord Sud).

«Il nostro coinvolgimento non è stato formale – hanno detto il presidente e l’assessore – in questi mesi siamo sempre stati vicini alla famiglia, anche nei momenti di maggiore difficoltà. Abbiamo sostenuto le loro scelte e mantenuto un rapporto vivo e costante anche con l’unità di crisi del Ministero degli Esteri e con il Gabinetto del Ministro».

«Dobbiamo dire che è stato fatto un buon lavoro – ha detto l’assessore Toschi – e che la Farnesina ha lavorato al meglio in un Paese dove le condizioni sono drammatiche». L’assessore Massimo Toschi, informato in tempo reale dell’avvenuta liberazione, si è recato subito a Pistoia, a casa di Giuliano Paganini, dove ha potuto seguire la fase conclusiva degli avvenimenti insieme alla famiglia del cooperante.

 

Ultime notizie

Test antigenico e tampone rapido Covid, come funzionano e come si fanno

Dopo porti e aeroporti è in arrivo anche a scuola, ma cos'è, come viene fatto e come funziona il test rapido antigenico per il Covid

Vaccino antinfluenzale 2020-2021 in Toscana: quando e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Concorso straordinario scuola 2020: il calendario delle prove, tutte le date

Quando si terranno i test per i docenti precari delle scuole medie e superiori

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze