domenica, 17 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Linea ferroviaria Viareggio-Firenze

Linea ferroviaria Viareggio-Firenze

Bertinelli e Tambellini, sindaci rispettivamente di Pistoia e Lucca, propongono un'iniziativa istituzionale per raddoppiare e velocizzare le linee ferroviarie Viareggio-Firenze.

-

Il sindaco di Pistoia, Samuele Bertinelli, e quello di Lucca, Alessandro Tambellini, scrivono ai colleghi per invitarli ad un incontro a Lucca il prossimo 8 febbraio; con una lettera congiunta alla Regione, ai sindaci e ai presidenti delle province di Lucca, Pistoia, Prato e Firenze, i due vogliono presentare l’idea promuovere un’ accelerazione degli interventi per la realizzazione di un efficiente collegamento metropolitano lungo la tratta Viareggio-Lucca-Pistoia-Prato-Firenze. Con tale lettera, Bertinelli e Tambellini invitano i sindaci, i presidenti di Provincia e l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli a partecipare ad un incontro, che avrà luogo sabato 8 febbraio a Villa Bottini a Lucca, avente lo scopo di discutere del progetto di raddoppio e di velocizzazione della tratta e di dar vita a un coordinamento tra istituzioni per programmare future iniziative di mobilitazione, incontro ed approfondimento sul tema.

I SINDACI. Così si sono espressi Bertinelli e Tambellini nella lettera sopra citata: “Siamo convinti che tra le condizioni per la modernizzazione della Toscana nord occidentale vi sia, come assolutamente prioritaria, la realizzazione di un efficiente collegamento metropolitano su ferro lungo la tratta Viareggio-Lucca-Pistoia-Prato-Firenze. Da troppi anni si parla della necessità di andare in questa direzione, ma continuano a mancare interventi capaci di dare risposte concrete alle esigenze delle persone e delle merci, lungo un’area fortemente urbanizzata, nella quale sono presenti, tra l’altro, importanti distretti industriali”. Hanno aggiunto, anche, come secondo loro sia urgente, una volta concluso l’obiettivo dei TAV, dare rilevanza anche alle reti ferroviarie regionali. “Facciamo appello alla Regione, ai presidenti delle Province di Lucca, Pistoia, Prato e Firenze, a tutti i colleghi sindaci ed ai consigli comunali dei comuni attraversati dalla linea ferroviaria ed a quelli dei comuni comunque interessati – hanno infine concluso – per promuovere in questa direzione un forte e prolungato impegno istituzionale. Auspichiamo che a partire da questa iniziativa si possa intensificare il confronto e la collaborazione con tutti gli interlocutori comunque interessati, come i comitati dei pendolari, i sindacati, le categorie economiche, i tecnici e le aziende del settore”.

Ultime notizie

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid

Centri commerciali aperti o chiusi nel weekend: regole del Dpcm

Shopping pre-saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga)

Quante persone possono partecipare ai funerali: il Dpcm Covid e le regole

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe secondo il Dpcm