domenica, 11 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaL'Italia a Coverciano. Prandelli: ''Dovremo...

L’Italia a Coverciano. Prandelli: ”Dovremo superare molti ostacoli”

Venerdì sera gli azzurri saranno impegnati a Sofia contro la Bulgaria nella prima partita di qualificazione ai Mondiali del 2014. Il ct: ''L’Europeo ha detto che siamo la seconda forza del nostro continente, gli avversari ci affronteranno in maniera diversa''.

-

 

Si avvicina a grandi passi l’inizio dell’avventura delle qualificazioni ai Mondiali di Brasile 2014, e Prandelli è da ieri al lavoro a Coverciano con la sua nazionale. Nazionale che avevamo lasciato in finale (poi malamente persa) con la Spagna agli Europei, e che ora riparte proprio da qui per il nuovo obiettivo. Ma qualcosa è cambiato, parola del ct.

PRANDELLI. “Giochiamo in uno stadio complicato e dovremo superare molti ostacoli considerando che il nostro è tra i gironi più difficili. Solo a qualificazione raggiunta potremo pensare al Mondiale. L’Europeo ha detto che siamo la seconda forza del nostro continente, per questo gli avversari ci affronteranno in maniera diversa”, assicura Prandelli, già dunque concentratissimo sulla sfida con la Bulgaria.

LA “NUOVA” ITALIA. Ma che squadra sarà la “nuova” Italia prandelliana? “Abbiamo delle idee che verificheremo sul campo in questi giorni – spiega il commissario tecnico, come riportato dalla Figc – compresa l’ipotesi di giocare con la difesa a tre. Anche per questo ho deciso di chiamare Giaccherini, che è un giocatore in grado di ricoprire più ruoli. Può essere un vantaggio giocare con il modulo in cui i giocatori vengono utilizzati nelle rispettive squadre di club e che conoscono meglio”.

CONVOCATI. Il tecnico ha già fatto le prime scelte, con le convocazioni. “Ci sono giocatori – dice – che con determinati moduli tattici possono esaltarsi molto di più e quelli che a prescindere dai moduli si esaltano lo stesso. Insigne sta dimostrando di sapersi esaltare. Abbiamo iniziato questa stagione pensando di poter cambiare il  modo di stare in campo, visti i problemi di Balotelli, e anche per  questo ho deciso di richiamare Pazzini e Osvaldo. Ma soprattutto per  far capire a tutti che c’è spazio per chi gioca bene. Per quanto  riguarda Osvaldo, non è cambiato nulla dal punto di vista della  considerazione. L’ho escluso dagli Europei perché nell’ultimo mese e  mezzo a Roma l’avevo visto troppo nervoso”.

ESCLUSI. “Le esclusioni di Chiellini  e Thiago Motta – spiega ancora Prandelli – dipendono dal fatto che nell’ultima partita dell’Europeo si sono fatti male e tra virgolette abbiamo causato un danno alle rispettive società. Sono reduci da un infortunio e abbiamo pensato di farli rimanere a casa. Cassano ha invece detto di essere al 50-60% della forma, in questo momento non abbiamo il tempo di recuperare fisicamente i giocatori. Dobbiamo pensare a giocare queste partite per superare il turno,  Antonio ora deve  ritrovare la forma e la condizione fisica, poi saranno scelte  esclusivamente tecniche”.

IL PROGRAMMA. Oggi e domani gli azzurri si alleneranno a Coverciano. Lo stesso giovedì mattina, mentre nel pomeriggio la squadra partirà da Pisa alla volta di Sofia, dove venerdì sera (ore 20,45) affronterà la Bulgaria.

Leggi anche: Gli azzurri a Coverciano: per Prandelli parte il cammino per i Mondiali

Ultime notizie