martedì, 22 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Livorno, "Solimano non sarà assessore"

Livorno, “Solimano non sarà assessore”

L'annuncio del sindaco di Livorno Alessandro Cosimi arriva in consiglio comunale dopo le polemiche: "Marco Solimano rinuncia all'incarico di assessore al sociale".

-

La rinuncia dopo le polemiche.

LA RINUNCIA. E’ bastata una semplice voce per scatenere un mare di polemiche sulla probabile assegnazione dell’assessorato al sociale a Marco Solimano. Per questo il sindaco di Livorno Alessandro Cosimi ha annunciato questa mattina, mercoledì 23 gennaio, in consiglio comunale che “Marco Solimano rinuncia per la canea che si è sviluppata sulla sua nomina, che lo ha riportato indietro di trent’anni”. Il rimpasto della giunta di Livorno si era reso necessario dopo le dimissioni di Gabriele Cantù e Mauro Grassi.

SOLIMANO. Marco Solimano, attualmente garante dei detenuti del comune di Livorno, era stato un militande di Prima Linea. Un’organizzazione nata in Lombardia nell’autunno del 1976 e strutturatasi pochi mesi dopo, nel 1977, a Firenze. Organizzazione da cui l’ex consigliere comunale e presidente dell’Arci di Livorno, si era dissociato molti anni fa, dopo essere stato condannato nel processo alla struttura toscana di PL.

DIONISI. Mariella Magi Dionisi, la vedova dell’agente Fausto Dionisi rimasto ucciso nell’assalto al carcere delle Murate nel 1978 organizzato da Prima Linea, ha dichiarato: “Sono senza parole a parte quelle che usò il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano incontrando i familiari delle vittime e cioè che ci vorrebbe il buongusto da parte di chi prese le armi di stare un passo indietro”.

LA GIUNTA. “Questa è una ferita personale – ha proseguito Cosimi in consiglio comunale -. Avevo chiesto a Marco di prendersi l’incarico perché penso che sarebbe stato il miglior assessore al sociale in questa situazione di crisi, e questo è un giudizio politico non emotivo. Marco è e rimarrà il garante dei detenuti del comune”. Al momento è entrato in giunta solo l’ex capogruppo Pd Massimo Gulì con le deleghe all’ambiente, energia e protezione civile, mentre l’urbanistica è stata affidata all’attuale vice sindaco Bruno Picchi.

PARTITO DEMOCRATICO. “Abbiamo apprezzato molto il gesto di Solimano che ha rinunciato all’incarico di assessore a Livorno. Conosciamo il suo impegno sociale nel territorio e lo ringraziamo del suo gesto di oggi, con il quale ha evitato le polemiche che sarebbero sorte, mostrando grande sensibilità nei confronti del centrosinistra in un momento politico così importante”. Così il segretario del Pd toscano Andrea Manciulli e il responsabile enti locali Stefano Bruzzesi hanno commentato la decisione di Marco Solimano che ha rinunciato all’incarico di assessore al sociale a Livorno.

Ultime notizie

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Pisa

Nardini e Mazzeo fanno il pieno di preferenze, in consiglio anche Meini: i candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Pisa

Elezioni Toscana, eletti e preferenze ai candidati di Lucca

I candidati eletti e tutte le preferenze della circoscrizione Lucca: passano Puppa, Mercanti, Montemagni e Fantozzi

Fiera Scandicci 2020: più date in programma, gli eventi

Area espositiva più piccola, ma con maggiore tempo per visitarla. E poi stand tematici che cambiano di settimana in settimana. Le novità di Scandicci Fiera 2020 e gli appuntamenti

Paesi con divieto di ingresso in Italia: ecco quelli che non possono entrare

Solo i cittadini di certi paesi possono entrare in Italia senza restrizioni: per alcuni resta l'obbligo di quarantena, una quindicina i paesi bloccati