martedì, 11 Agosto 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Master, all'estero è meglio

Master, all’estero è meglio

Per favorire gli scambi e potenziare l’alta formazione la Regione ha deciso di stanziare 200 mila euro per consentire ai giovani cittadini toscani al di sotto dei 35 anni di seguire un corso di alta formazione all’estero.

-

Per favorire gli scambi e potenziare l’alta formazione la Regione ha deciso di stanziare 200 mila euro per consentire ai giovani cittadini toscani al di sotto dei 35 anni di seguire un corso di alta formazione all’estero. Il bando per la presentazione delle domande di contributo è stato pubblicato nei giorni scorsi sul Bollettino ufficiale della Regione Toscana. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 31 maggio 2008.

Per ogni studente è previsto un contributo pari ad un massimo di 20.000 euro, che serviranno per coprire le spese di iscrizione e frequenza al corso di alta formazione prescelto.

L’assessore all’istruzione, formazione e lavoro, Gianfranco Simoncini, sottolinea come il contributo si inserisca nel quadro di misure che puntano a promuovere la mobilità di studenti e laureati, apprendisti e lavoratori. L’intenzione è quella di sviluppare sempre di più la dimensione internazionale delle politiche dell’educazione, istruzione, formazione e lavoro, contribuire al processo di costruzione e di allargamento dell’Unione Europea e arricchire la possibilità di mobilità e di scambio.

Sono finanziabili i master di primo e secondo livello, corsi di specializzazione o perfezionamento post lauream, corsi di dottorato di ricerca, tutti ufficialmente definiti dai regolamenti di Università, Politecnici, Istituti e Scuole di studi superiori che li istituiscono. I corsi di alta formazione prescelti devono essere erogati da Università, Politecnici, Istituti e Scuole di studi superiori abilitati al rilascio di titoli di studio con valore legale nel paese in cui sono rilasciati. I corsi devono inoltre avere carattere di perfezionamento scientifico e di alta formazione permanente e ricorrente e sono successivi al conseguimento della laurea o della laurea specialistica.

Le domande possono essere presentate o inviate presso il settore Lavoro della Regione Toscana entro il termine ultimo del 31 maggio 2008, fino ad esaurimento dei fondi disponibili. Il bando e i relativi allegati sono disponibili alla pagina http://www.rete.toscana.it/sett/poledu/voucher

 

 

Notizia precedente180 milioni per la sanità
Notizia successivaProgetto recupero borghi

Ultime notizie

L’aumento dei casi di coronavirus in Toscana

Dopo aver toccato il minimo a metà luglio, i casi di coronavirus in Toscana hanno ripreso a salire: cosa dicono i dati

Ecobonus al 110 per cento: come funziona, i requisiti e come richiederlo

Le nuove agevolazioni per le ristrutturazioni spiegate in 4 punti: a chi spetta il bonus verde, come funziona, per cosa si può richiedere e le novità

Ecobonus al 110%: i provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate e del Mise

Arrivano i chiarimenti sulla maxi detrazione per le spese sostenute durante i lavori di ristrutturazione

Coronavirus, 8 nuovi casi in Toscana. Ancora positivi tra i giovani tornati dall’estero

Ancora casi tra i giovani rientrati dalle vacanze: dati e notizie di oggi, 10 agosto, sul coronavirus in Toscana