venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaMeccanico di Pontassieve evasore totale...

Meccanico di Pontassieve evasore totale dal 2008

Non dichiarava più niente dal 2008 ma emetteva regolarmente le fatture che poi si dimenticava di registrare.

-

Un meccanico 47enne originario di Grosseto è l’ennesimo caso di totale evasione fiscale. L’uomo aveva spostato la sua attività da Firenze in una zona periferica più tranquilla in una frazione del comune di Pontassieve, sperando di rimanere così al riparo dal fisco. Ma i controlli delle fiamme gialle lo hanno raggiunto.

L’EVASIONE. Fino al 2005 l’uomo aveva svolto regolarmente le sue riparazioni meccaniche nell’officina di Firenze. Nel 2006 però l’attività viene chiusa e spostata in una frazione del comune di Pontassieve. Qui, in un capannone isolato, aveva ripreso a svolgere la sua attività. Dal 2008 però aveva smesso di dichiarare le entrate al fisco. Il meccanico emetteva le fatture ma si ‘dimenticava’ di registrarle e quindi di versare l’Iva e l’Irap. Ma non è finita qui: per essere totalmente impermeabile ad eventuali recuperi, non si intesta alcun bene immobile e mobile, utenze, contratti assicurativi e posizioni bancarie.

I CONTROLLI. I finanzieri di Pontassieve hanno effettuato controlli presso l’autofficina ed hanno scoperto che l’uomo dal 2008 non teneva la contabilità e non ha dichiarato niente al fisco. Inoltre, ai tre dipendenti non sono mai state versate le ritenute alla fonte sul lavoro dipendente. L’uomo, tra il 2008 e il 2009 ha evaso ricavi per 702.000 euro, non ha versato l’Iva per 82.800 euro e ritenute previdenziali, assistenziali e Irap per circa 10.000 euro.

Ultime notizie