lunedì, 22 Luglio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaQuando finisce il mercato tutelato...

Quando finisce il mercato tutelato di luce e gas e cosa succede

Il passaggio al mercato libero di metano ed energia elettrica spiegato per bene. Il glossario per fare scelte consapevoli: dalla "Tutela della vulnerabilità" alle "offerte Placet"

-

- Pubblicità -

Al via la rivoluzione della bolletta, ma il mercato tutelato non finisce nella stessa data per la luce e per il gas: prima termina per il metano, poi in estate ci sarà il passaggio al mercato libero dell’energia elettrica, per chi non ha scelto ancora un fornitore. Questo non vale per categorie specifiche di clienti, i cosiddetti vulnerabili, che saranno comunque “tutelati”. Inoltre è bene tenere presente cosa succede se non si passa al mercato libero: non si rimarrà mai senza fornitura, ma ci sarà un periodo che potremmo definire “cuscinetto”. Questo significa che saranno applicate delle tariffe a metà strada tra il mercato libero e quello tutelato. Andiamo per ordine e facciamo chiarezza.

Il mercato tutelato non finisce per i clienti vulnerabili: chi sono

Prima di tutto va specificato chi sono i clienti vulnerabili, quelle categorie che resteranno sempre con tariffe “tutelate” (ossia fissate dall’authority statale che si occupa di energia e gas, l’Area): potranno non passare al mercato libero e godere del cosiddetto Servizio di Tutela della Vulnerabilità che funziona allo stesso modo del mercato tutelato. Si è considerati clienti vulnerabili se si rispetta anche uno solo di questi requisiti:

- Pubblicità -
  • persone con più di 75 anni
  • chi percepisce il bonus sociale per luce o gas (persone in condizioni economicamente svantaggiate)
  • Disabili (articolo 3 della legge 104/92)
  • Utenze in un’abitazione di emergenza a causa di calamità naturale

Questi soggetti, anche se nel frattempo sono passati al mercato libero, possono decidere in qualsiasi momento di rientrare nel Servizio di Tutela della Vulnerabilità: basta richiedere il passaggio al proprio fornitore. Andrà compilato un modulo per attestare la propria condizione, eccetto che per il requisito d’età (over 75) che viene verificato in modo automatico. Ovviamente i clienti vulnerabili possono decidere anche di affidarsi a un operatore del mercato libero che reputano conveniente.

Quando finisce il mercato tutelato di gas e luce

Fatta questa  premessa sui clienti vulnerabili e il Servizio di Tutela della Vulnerabilità, passiamo alle date in cui termina il mercato tutelato per tutte le altre categorie di cittadini: se per il gas la rivoluzione è già partita, per la luce c’è ancora tempo.

- Pubblicità -
  • Gas – fine mercato tutelato il 1° gennaio 2024
    Il 10 gennaio si è svolta la cosiddetta “asta” per assegnare le forniture di chi ancora non è passato al mercato libero (vedi sotto);
  • Il mercato tutelato per la luce finisce il 1° luglio 2024
    Entro questa data i clienti non vulnerabili dovranno scegliere un fornitore di energia elettrica oppure si passerà in automatico a un’offerta Placet (vedi sotto).

Se non passo al mercato libero cosa succede? Scatta l’offerta Placet

Niente paura, se si pagano regolarmente le bollette non si rimarrà in alcun caso senza luce o gas, anche quando finisce il mercato tutelato. “Cosa succede se non scelgo?“, si chiedono in tanti. Per loro l’Area ha previsto delle tariffe che potremmo definire “di passaggio”, per traghettare gli utenti dal mercato tutelato (dove prezzo e condizioni economiche sono fissate dallo Stato tramite l’Arera) al mercato libero (questa espressione significa che è l’utente a scegliere direttamente il fornitore più conveniente, un po’ come succede per la telefonia). Il passaggio tra un fornitore e l’altro è gratuito e in genere sono necessari dai 30 ai 60 giorni, ma in questo periodo non si resterà al “buio”.

Chi non passa al mercato libero riceverà dal fornitore (selezionato tramite un’asta, come successo il 10 gennaio per assegnare ai diversi venditori 4,5 milioni di utenti del gas) un’offerta Placet. Cosa significa? Si tratta di offerte in cui le condizioni contrattuali sono fissate dall’Arera, mentre il prezzo del gas o delle luce è stabilito direttamente dai fornitori. Non è detto però che convengano rispetto al mercato libero, variano infatti da caso a caso.

- Pubblicità -

E allora come scegliere?

Per confrontare le diverse tariffe, a seguito della fine del mercato tutelato, è possibile collegarsi al portale offerte dell’Arera, che permette di paragonare le diverse promozioni fatte dalle differenti società, inserendo i propri dati di consumo.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -